Tramonto di foto


L’altro giorno ho visto una foto di Astragal e mi è venuto voglia di provare a riprodurla a modo mio sulla tela. Ovviamente la ringrazio per avermi dato il permesso di pubblicarlo dandomi piena carta bianca. Non era scontato e per questo la ringrazio1.
Per ora questo è il risultato.


Olio su cartone telato, 15×25 cm.
MANIACI!


  1. Come dicevo all’inizio della frase. 
Pubblicato in Arte | Contrassegnato , , , , , | 16 commenti

Appunti per spunti


Recentemente sono stato qualche ora in Umbria. Ne ho approfittato per fare delle foto che potrebbero tornarmi utili in futuro.
Già che ci sono, quindi, ne pubblico qualcuna per passare il tempo.

C’è cosí tanta pigrizia che non metto neanche le didascalie. Interpretazione libera. Tranne che per Bionda che è Bionda.

Pubblicato in Arte, Polemica | Contrassegnato , , , | 64 commenti

Verità


Per quanto umida, la fica non sa di pan bagnato.

Arturo Cesare Sørensen

Pubblicato in Riflessioni | Contrassegnato , , | 44 commenti

Dipende


Dipendiamo dalle dipendenze1


  1. Tema già abilmente trattato dal vellutato aluto 
Pubblicato in Riflessioni | Contrassegnato | 65 commenti

Esistere


L’arte conferma l’esistenza dell’artista.

Arturo Cesare Sørensen

Pubblicato in Arte, Riflessioni | Contrassegnato , , , , | 22 commenti

Correggo


Potrei impropriamente citare Frankie Hi-Nrg MC1, all’epoca dell’album Verba Manent, ma non mi va, quindi non scrivo niente di piú di quello che avevo scritto prima


  1. Che cazzo di nome! Di Gesú sembrava brutto? 
Pubblicato in Arte | Contrassegnato , , , , , , , , , , | 42 commenti

Nel freddo


Fossimo ancora ai tempi di MySpace1 direi che questo dipinto è freddo come il mio cuore solitario perché consapevole dell’impossibilità della vita, della solitudine e della futilità dei rapporti interpersonali. Direi inoltre che non piango piú perché ho pianto tutte le lacrime possibili ed ho imparato a non piangere, trasformando invece la tristezza in colore.
Ma essendo i tempi di oggi assai cambiati da quelli di una volta, non posso fare altro che dire che un demone malvagio mi ha costretto, torturandomi, a prendere in mano i pennelli per dipingere questo paesaggio desolato. Desolato come il futuro dell’umanità tutta, che giustamente l’attende2.


  1. Non inserico il collegamento ipertestuale perché ormai per la plebe quel sito non esiste piú. 
  2. Ogni epoca ha i suoi temi.


    Olio su cartone telato, 15×20 cm.


    Ho apportato delle migliorie che pubblicherò. 

Pubblicato in Arte | Contrassegnato , , , , , , , , | 77 commenti

Giallone


Non sarà che amo ripetermi?

Mi è sembrato corretto apportare delle modifiche a colori un po’ piú asciutti.


Le misure sono sempre le stesse, maniaci!
Olio su cartone telato, 25×35 cm.

Pubblicato in Arte | Contrassegnato , , , , , , | 35 commenti

Tuffo nel giallo


Riprendo un tema passato, mostrando i cambiamenti dovuti al tempo.
Che ci si vuole fare? Sono fatto cosí.
Giallo.
Prima una versione passata semplicemente scannerizzata1

E poi lo stesso soggetto, questa volta però dipinto ad olio.


Può essere che fra qualche giorno apporti modifiche a questo piccolo ysipitto ma per ora cosí è e cosí rimane.


I maniaci sono maniaci tali da poter diventare doppi maniaci, quindi l’originale è pastelli a olio su carta, 13,5 x 17,5 cm e quello nuovo è olio su cartone telato, 25 x 35 cm.


  1. Se devo dirti cosa significa allora vuol dire che io e te non possiamo parlare. Mi dispiace. Per te, ovviamente. 
Pubblicato in Arte | Contrassegnato , , , , , , , | 78 commenti

Progressioni/4


Ci masturbiamo su ciò che diveniamo1.


  1. E cosí si conclude degnamente il ciclo delle progressioni
Pubblicato in Riflessioni | Contrassegnato , , | 49 commenti