Novella ritegnosa

L’anno scorso ho parlato di un libro di un autore esordiente, Antonio Pilato, che analizzava differenti aspetti dell’animo umano in chiave weird.
Oggi scriverò qualche riga sulla sua ultima novella, Scienza Ritegno.


Scienza Ritegno

di Antonio Pilato

Un cane blu su copertina blu.

L’autore in questo nuovo libro abbandona, in parte, il racconto brevissimo, in favore del romanzo breve. Dico in parte perché la struttura del libro può essere divisa in almeno due blocchi strettamente collegati: la storia principale e la storia all’interno della storia.

Il protagonista del romanzo è un accanito lettore che, incuriosito dal tema della scopofobia1 sfoglia un misterioso libro trovato in biblioteca. Da questo momento in poi, la narrazione sfuma nel delirio onirico del protagonista che subisce i nefasti effetti della propria paura.

L’effetto straniante della scrittura può inizialmente sembrare ostica, ma ogni elemento che a prima vista sembra appesantire la lettura è in realtà funzionale alla storia: le ripetizioni dei nomi, dei luoghi e dei pensieri hanno uno scopo ben preciso: quello di far percepire la cappa di martellante assurdità che si abbatte sulla testa del povero protagonista, facendo provare al lettore quello che accade nelle pagine che si sta leggendo, e qui si potrebbe dire anche di piú se non ci fosse il rischio di rivelare dettagli che è meglio lasciare celati.

Azzardo paragoni importanti con alcuni mostri sacri del fantastico moderno: Borges e Kafka, per la natura della storia e per la sua stesura intricata, chiusa su sé stessa, avvolta e soffocante.

Un romanzo breve da leggere con i giusti tempi, prendendosi le pause per assimilare e riflettere su quanto letto e, sopratutto sentito. Una novella non per tutti, ma solo per chi ha il coraggio di avventurarsi in una storia cupa, senza speranza.


  1. La paura di attirare su di sé gli sguardi degli altri. 

About ysingrinus

Mi sono accorto che non avevo scritto niente qui e cosí ho deciso di scrivere qualcosa.
Questa voce è stata pubblicata in Arte e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.