Kavvingrinus – Marta Vitali

Perché legge Marta Vitali? Lo scopriremo assieme!

Leggo sin da bambina, o meglio da piccola erano gli altri che leggevano per me, filastrocche, fiabe, favole e etichette degli alimenti, si! Perché da piccola i miei genitori tendevano a leggere ad alta voce la maggior parte dei cibi che avrei ingerito di lì a breve.

Strana ma divertente la lettura ad alta voce degli ingredienti.

Poi crescendo hanno smesso.

Eh!

Le filastrocche me le hanno ripetute talmente tante volte che le ho imparate a memoria, utilizzate poi, successivamente a scuola quando si decideva chi giocava e chi aspettava il suo turno.

Le filastrocche sono fatte per entrare nel cervello. Sono utili per fare la conta e per capire se stai impazzendo, credo.
È importante insegnare le filastrocche.

Memore di queste esperienze, non riesco tutt’ ora, che di anni ne sono passati 32, ad addormentarmi senza leggere almeno 10 pagine di un libro qualsiasi.
Che poi, qualsiasi non è mai.
Sono profondamente convinta che sia il libro a scegliere me e non vice versa.

Posso capire benissimo: leggere è un’esigenza. Non solo nostra, ma anche dei libri che devono essere letti.

Prima dell’acquisto, di altri per me, dell’IPad ero un’accanita lettrice di libri rigorosamente cartacei, poi, ho scoperto la comodità di portare una libreria sottobraccio, e mi sono orientata verso l’ acquisto degli ebook.

Gli ebook sono molto comodo in effetti. Non bisogna mai dimenticarlo.

Ricordo come se fosse ieri, il primo libro che ho letto.
“Io speriamo che me la cavo” libro scritto nel 1990 da Marcello d’Orta, raccoglie temi scritti da bambini in cui raccontano il loro punto di vista verso la camorra, il contrabbando e la prostituzione, questo fu il primo di una lunga serie di libri assegnatomi dalle maestre prima, dai professori poi, che letti e riletti anni dopo hanno assunto un significato diverso.

Io l’ho letto forse in quarta elementare. Non l’avrei letto di mio ma me lo regalarono e cosí…

Crescendo ho spostato l’ attenzione su altri libri, ecco che sono comparsi, “I Porci con le Ali” “Futari H”, la scoperta del sesso per me è avvenuta dopo una fase di ricerca e di applicazione della teoria letta tra pagine di libri.

Teoria scritta prima della pratica. Io mi sono dedicato piú alla teoria visiva…

Arriva l’ amore, ecco che Harmony fa la sua comparsa e con esso gran parte delle collezioni, Rosa, Rossa, Azzurra, abbandono questa collana quando mi accorgo che l’ Amore non è come scritto nei libri.

Per me è sempre un mistero come qualcuno possa leggere libri di quel tipo. Eppure anche se solo per un periodo, lo fanno in molti.

L’Amore può anche finire male, qui, entra in gioco Harry Bosch e Kay Scarpetta.

Tutto può finire male.

Così come nella vita, anche l’ Amore ritorna, le vendette si mettono da parte e ricomincio a leggere racconti e storie sdolcinate.
Con il passare del tempo riesco a scindere il mondo fantasioso presente nella mia mente dalla realtà, ecco che inizio a leggere manuali tecnici che aiutano nell’organizzare la giornata, ripulire l’anima insomma, malloppi pesanti quanto due mattoni utili come fermaporta.

Mammamia! Libri per organizzare la giornata! Spero di non leggerne mai, non sono ancora pronto!

Inizio così ad entrare nelle librerie e seguire l’istinto, scoprendo alcuni autori fino ad allora sconosciuti, ma tutt’ora attivi ed altri, diventati oramai cenere che hanno scritto opere degne di nota.
Oggi leggo un po’ di tutto.

L’istinto, sovente, è il nostro migliore amico!

Dalle etichette degli alimenti perché si sa, ciò che si impara da bambini non si scorda mai,

Il primo amore!

un po’ come andare in bicicletta, alle istruzioni della macchinetta del caffè, da National geographic in inglese, per non dimenticare la lingua a El Mundo in spagnolo, sempre per lo stesso motivo.

Meritano i quotidiani stranieri? Il National Geographic potrei volerlo leggere anche io.

Il libro della sera del momento è: “L’ultimo Abele” il prossimo sarà “Una ragazza come me” e quello dopo ancora “Io amo”.

Oramai Abele lo avrai finito da un pezzo. E forse anche gli altri…

Nel tempo libero, tra una pausa pranzo e l’ altra, forse sarebbe meglio dire, tra una ricarica della chiavetta internet e l’ altra, compro Cosmopolitan, un mensile femminile, che leggono anche i maschi ( così almeno dicono) che parla di tutto e di più, da dove spesso, molto spesso, non troppo spesso, prendo spunto per gli articoli del mio blog.

Non credo potrei mai leggere Cosmopolitan, ma io non sono un grande lettore di giornali o riviste, purtroppo.


Se questo kavvingrinus ti è piaciuto o meglio ancora se piaciuto non ti è1, corri a leggiere quello che hanno scritto tolla voca e iLfsakone che tra l’altro spiegherà anche la fotografia!


  1. Penso sempre alle storie a bivi della Disney. 
Annunci

About ysingrinus

Mi sono accorto che non avevo scritto niente qui e cosí ho deciso di scrivere qualcosa.
Questa voce è stata pubblicata in Riflessioni e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

29 Responses to Kavvingrinus – Marta Vitali

  1. Marta Vitali ha detto:

    Ciao! Si, secondo me meritano i quotidiani o più in generali le riviste straniere, perché spesso citano modi di dire che non potresti imparare a scuola, ma solo sul campo o il alternativa fingendo di essere “sul campo” sfogliando una rivista “del luogo”.
    Grazie! :) :)

    Mi piace

  2. kalosf ha detto:

    Ysi, mi hai colpito al cuore. Com’è possibile che un uomo della tua sapienza non abbia mai letto un harmony. Sono un concentrato di una certa visione del mondo. Devi assolutamente provarci. Una vita non è vita senza aver letto almeno un harmony… (e non importa se sei maschio o femmina, se vuoi capire l’altra parte del cielo devi leggere un harmony…che poi se no mi arrivi vergine a 40 anni)

    Liked by 1 persona

  3. giomag59 ha detto:

    Gli ingredienti sono una lettura imprescindibile! Degli Harmony per un certo periodo mia moglie faceva collezione; volevo provare a scrivergliene uno mettendo dei protagonisti che ci assomigliassero ma fossero molto più porcelli, ma scoprì la mia prima stesura e mi diffidò dal farlo. Cosmopolitan l’ho letto qualche volta quando andavo a tagliarmi i capelli in un salone unisex (“uni” ho detto); non la scambierei con la gazza, ma ci sono ottime foto. Lodo Marta spassionatamente perché, da estimatore e professatore di ruffianate, apprezzo tantissimo quella finale! Brava Marta!

    Liked by 1 persona

  4. Cose da V ha detto:

    è la bacchetta a scegliere il mago! No, visto che non è stato citato Harry lo cito io data la bella considerazione di Marta sul libro che sceglie te. Bel racconto, pure insolito.

    Liked by 1 persona

  5. Mmmh… Cosmopolitan non l’ho mai letto, ma mi sono capitate sotto mano altre riviste “femminili” in passato, e ho pensato che le donne non si meritassero tutte in blocco qualcosa del genere.
    Poi hanno iniziato a uscire i corrispettivi maschili, con articoli sul genere “Tutti gli esercizi per farti un fisico così e pomì con solo venti secondi di sforzo (e steroidi al posto dei cereali, aggiungerei io)” ed ecco che ho pensato che nemmeno gi uomini si meritassero tutti in blocco qualcosa del genere… T︵T

    E comunque, le liste degli ingredienti si rivelano il caso letterario dell’anno, altro che My dilemma is you!

    Mi piace

  6. ili6 ha detto:

    Sì che sono importanti le filastrocche, lette o ascoltate. Non è invece importante, anzi disdicevole, pubblicare un libro coi temi degli alunni, vedi Io speriamo che me la cavo, libro che ho letto anche io, o temi ingenui e sgrammaticati che si mettono in rete per far ridere la gente. I temi svolti in classe dai bambini, ci sta anche l’ingenuo e lo strafalcione grammaticale, sono cosa privata tra alunni e insegnanti e, anche se anonimi, sono da custodire e rispettare.

    Mi piace

  7. lulasognatrice ha detto:

    Una grande lettura di una storia molto particolare: mi è piaciuta!

    Liked by 1 persona

Fhtagn

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...