Ricevendo pulp, trasmettendo pulp

Questa avventura Pulp sta procedendo un po’ frammentata, un po’ a causa degli orari e della stanchezza generale di noi tutti, un po’ a causa delle scelte fatte in gioco. Però sta procedendo e questo direi che va comunque bene!


Il Distruttore di Mondi – Il Porto

Delle facce che sono delle facce.

I quattro eroi salendo in macchina, si accorgono di due cose particolari: l’innaturale silenzio che avvolge il vicolo dove si è appena svolto il loro scontro e, una strana struttura tubolare metallica sul tetto dell’hangar semidistrutto dall’esplosione.
Entrando nel magazzino, non preoccupandosi minimamente delle fiamme che avvampano sempre piú, Bum Bum si rende conto che qui dentro è stato conservato qualcosa di molto pesante, che ha piegato delle travi, forse anche a causa di una forte fonte di calore; Alex nota i segni di una selvaggia sparatoria sulle pareti, il suo occhio clinico gli fa constatare che molti fori di proiettile combaciano curiosamente con il calibro delle pistole dei due ex agenti federali. Edward fa due piú due e realizza che sono all’interno dello stesso hangar dove poco piú di una settimana prima hanno sparato contro la banda del cinese, dove poi c’è stata quell’esplosione di cui non hanno memoria.

La sfocatura dell’incredulità!

Corrono, corrono rapidamente verso il tetto dell’edificio! Non può essere un caso tutto questo! Prima la sparatoria e l’esplosione, poi l’inseguimento in cui “casualmente” arrivano di nuovo dietro lo stesso hangar e, come se non bastasse, questa costruzione sicuramente non voluta dalla giunta comunale di Boston…
Arrivati al piano di sopra, Edward si prepara al peggio, ci fosse un altro di quei mostri orrendi, avere qualcosa come la gamba di una sedia potrebbe non essere male; invece Bum Bum si mette a cercare tra le carte della scrivania dell’ufficio in cui sono entrati, trovando i documenti di viaggio dell’imbarcazione che la GAF teme stia trasportando un’arma fantascientifica chissà dove. Purtroppo la destinazione è stata cancellata, ma non è questo il momento di pensarci! L’ex federale spalanca la porta che dà sul tetto del magazzino, una massa incolore lo aggredisce e lo afferra! Sente che il mostro sta cercando di rovistargli la mente, ma lui è troppo preso e concentrato per queste cose, alza il braccio e lo cala con violenza dove immagina ci possa essere la testa del mostro! Un sonoro CRACK indica che il colpo è andato a segno, la creatura ritorna odiosamente visibile e, soprattutto, non riesce ad alzarsi in volo.
La creatura aliena aveva soggiogato il povero Alex, indebolito da tutti questi eventi, ma non appena riesce a riprendere controllo di sé, Adonis spara con il suo fucile, implacabile come la guerra è stata implacabile con lui, e la creatura si accascia senza vita.

Situazione calma, ora dobbiamo solo tirare i fili di quanto scop… oh no che tremenda voglia di DINAMITE!!

Il geniere dell’esercito realizza che questa struttura sia una sorta di antenna ricetrasmittente. Anche se non sa bene cosa stia ricevendo o trasmettendo. Il pope con poteri medianici pensa che ci siano delle tracce psichiche, riesce forse ad amplificare i suoi poteri e decide che deve vedere qualcosa nella sala principale del magazzino. Per non sapere né leggere né scrivere, di comune accordo gli eroi piazzano un po’ di dinamite per distruggere questa struttura non appena il sacerdote ortodosso avrà dato il via libera: la paura che ci siano altri mostri del genere che stanno attaccando la città è forte e magari cosí è possibile interrompere le loro comunicazioni.
Le fiamme hanno preso il sopravvento, non occuparsene forse è stato un errore, il tempo per indagare è nettamente diminuito e forse, forse, i candelotti di dinamite sul tetto potrebbero accorciare ulteriormente i tempi! Adonis ha solo il tempo di toccare una di quelle travi piegate dal calore e dal peso, ma ciò è sufficiente per tempestarlo psichicamente con immagini di ogni tipo: donne che gridano aiuto, esplosioni, esseri mostruosi e antichissimi…
Prima che la situazione scoppi, letteralmente, gli investigatori abbandonano l’edificio, avranno tempo ora per fare i collegamenti del caso, la signorina O’Neill, la sparatoria, l’enigmatico cinese…


Pareri

Gli “attrezzi del mestiere”.

Al momento non ho niente da dire, i personaggi sono abbastanza forti in generale e ben funzionali. La Fortuna lato Custode1 rende sicuramente piú difficile la vita a noi eroi, ma va bene cosí.


  1. In Pulp Cthulhu c’è la regola per cui la Fortuna spesa dai giocatori diventa riserva di Fortuna per i nemici manovrati dal Custode

About ysingrinus

Mi sono accorto che non avevo scritto niente qui e cosí ho deciso di scrivere qualcosa.
Questa voce è stata pubblicata in Giochi da Tavolo e Giochi di Ruolo e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 Responses to Ricevendo pulp, trasmettendo pulp

  1. Conte Gracula ha detto:

    Il pulp ha quindi delle regole per i poteri psichici? Come li ottiene, un personaggio del gioco?

    "Mi piace"

    • ysingrinus ha detto:

      In Pulp ci sono parecchie caratteristiche folli, per richiamare la letteratura ed i fumetti Pulp. Tra le stranezze della nostra partita ci sono medium e scienza bizzarra. La scienza cioè da romanzetto di fantascienza!
      Poi i personaggi sono piú resistenti e fortunati, ma queste sono modifiche inferiore rispetto al resto.

      Evidenzio che si può giocare una storia tipica del Richiamo, anche con questa spinta pulp: il gioco non viene snaturato come si potrebbe pensare.

      Piace a 1 persona

Fhtagn

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.