Un nuovo librogame

Quest’anno, come un po’ d’anni a questa parte, sono andato a Lucca per la fiera annuale del fumetto e del gioco. È stato un viaggio pesante, andata e ritorno nello stesso giorno, difficile e faticoso. Ma è stato soprattutto un viaggio soddisfacente.
Ignorando completamente il settore fumettistico di cui al momento mi interesso poco, mi sono dedicato al padiglione dei giochi da tavolo, mia antica e sempiterna passione.
Al contrario dello scorso anno, però, e della passata fiera di Modena1, di giochi da tavolo veri e propri ne ho presi pochi, concentrandomi principalmente su giochi di ruolo e librogame.
Tra gli innumerevoli librigame che ho acquistato oggi vorrei concentrarmi su uno in particolare, terminato ieri notte.


Nicolas Eymerich inquisitore
Il Sabba Nero

di Lorenzo Trenti

IMG_20191114_104738.jpg

Questo libro, primo della collana Dedalo della Vincent Books, marchio della Raven2 racconta, anzi fa vivere, le avventure dell’inquisitore spagnolo Nicolas Eymerich, cosí come lo scrittore Valerio Evangelisti lo ha descritto nelle sue storie3.
La struttura è snella ed il sistema di gioco è semplice: Ad ogni paragrafo si sceglie cosa si vuol fare e si procede quindi col paragrafo corrispettivo alla scelta fatta; al contrario di altri librigame, non ci sono regole speciali per combattimenti o prove, bisogna solo seguire le istruzioni del libro e al massimo segnarsi un po’ di cose, tipo gli oggetti o le annotazioni che possono risultare utili nel gioco.
La storia è di stampo investigativo: Eymerich, cioè il lettore, deve sventare una minaccia molto importante ma per farlo deve capire chi costituisce realmente la minaccia e in che modo può affrontarla. Ci saranno indovinelli, enigmi, trappole un altro po’ di cose in grado di far girare la testa anche al piú severo e rigido dei domenicani inquisitori, il tutto in un’ambientazione ben orchestrata e assolutamente immersiva.


L’intento di questi librigame è quello di cercare di proporre metodi alternativi ed inoovativi per far giocare le persone, con regole speciali che, suppongo, cambieranno da volume a volume.
Il giudizio complessivo è veramente piú che ottimo, prendendo in considerazione il divertimento e la qualità oggettiva della storia e del volume stesso. Mi sento di consigliarlo a chiunque sia abbastanza adulto da leggere questo articolo, navigato giocatore o semplice curioso che sia.


Bonus
Alla fine c’è un minigioco da fare in due: riprendendo il concetto del lbrogame, un giocatore legge ad alta voce un brano e a seconda della scelta fatta l’altro giocatore leggerà il brano corrispettivo e cosí via. Due paginette in totale ma sembra divertente.


  1. Principale fiera del gioco da tavolo italiana, ma se lo state apprendendo leggendo questa nota allora io sto sprecando il mio tempo con voi. 
  2. Che ci crediate o no io mi perdo sempre con queste cose, inizio a sudare forte, poi invento qualche farbamba e mi passa. 
  3. Benché Evangelisti non sia coinvolto nel progetto le note a margine del libro riportano l’approvazione e l’entusiasmo dello scrittore per questo progetto. 

About ysingrinus

Mi sono accorto che non avevo scritto niente qui e cosí ho deciso di scrivere qualcosa.
Questa voce è stata pubblicata in Arte e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

16 Responses to Un nuovo librogame

  1. Conte Gracula ha detto:

    E di giochi di ruolo, ne hai adocchiato qualcuno interessante?

    "Mi piace"

    • ysingrinus ha detto:

      Dunque: ho ritirato il Kickstarter completo di Vulcania e ho preso l’avventura per il Richiamo di Cthulhu, Le Maschere di Nyarlathotep, un qualcosa di poderoso davvero!
      C’era Household, che mi intriga tantissimo, già Gioco di Ruolo dell’anno, e L’Ultima Bomba, quest’ultimo della Serpentarium mentre i primi sono della Raven.
      Ovviamente di gdr ce ne erano a bizzeffe ma il tempo ed i soldi sono sempre troppo pochi.

      "Mi piace"

      • Conte Gracula ha detto:

        Sull’ultima frase, capisco perfettamente! A ognuna di queste fiere, ho sempre la bava alla bocca per questo o per quello.
        Households sembra interessante come ambientazione, mi chiedo se sia anche bello come regole.
        Un altro che mi incuriosisce è Dialect, un gioco su una comunità isolata con un proprio linguaggio che i giocatori dovranno inventare e usare al tavolo.
        E poi, un’altra palata di cose che non vedrò nemmeno col binocolo, per costi e spazio.

        Vulcania che tipo di gioco è?

        "Mi piace"

  2. Johnny Cornerhouse ha detto:

    Ho una gran voglia di librigame in questo periodo oltre a questo cosa mi consigli?

    "Mi piace"

  3. gianni ha detto:

    …e secondo me, è anche la giusta dimensione nonchè il giusto incasellamento del nostro inquisitore, tra fantasy e non.

    "Mi piace"

Fhtagn

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.