Dydimus Chakra: tutti i segreti dello ScrotFit

Quella che state per leggere vuole solo essere una guida introduttiva, sufficiente ma non completa, di un argomento che mi sta molto a cuore.

Perché dico che non è completa? Perché il tema è tanto vasto che non è possibile raccogliere in un singolo articolo tutto ciò che deve essere scritto, spiegandolo minuziosamente come intendo fare.
Allora perché sostengo che è sufficiente? È presto detto: al termine di questo articolo il lettore potrà padroneggiare i concetti chiave, nonché alcune noziosi di base, per incamminarsi su questo percorso di sacrifici e gioie. Inoltre saprà cosa e dove cercare per ottenere i risultati che si è prefissato.
Va bene, ora che so che ci sarà altro, dove potrò leggere gli articoli approfonditi? Sempre qui naturalmente! Per ora con frequenza aperiodica, in futuro chissà, scriverò approfondimenti, digressioni e guide pratiche su ogni argomento trattato, menando per mano il lettore piú svogliato e quello piú diligente.
Una volta letto tutto, cosa devo fare quindi? Esercitarti, esercitarti ed esercitarti. Niente vale come la buona pratica; il modo migliore per imparare è provare a mettere in atto quello che si è studiato.
Dopo tanti sforzi ancora non riesco a ottenere risultati, come posso fare? Prova a contattarmi con un messaggio di posta elettronica (il cui indirizzo puoi trovare qui, specificando il problema che hai riscontrato ed io cercherò di aiutarti personalmente, magari scrivendone addirittura un articolo sul blog.


introduzione

Mi sembra giusto arricchire questo scritto con la mia esperienza personale, per far vedere come tutto può cambiare da un momento all’altro, non si sa mai cosa ha in serbo per noi il mondo del wellness!
Qualche mese fa ho deciso di dare una svolta alla mia già importante vita, decidendo di divenire un luminare del fitness, cosí per fare questo mi sono rivolto al migliore nel settore per insegnargli la sua scienza.
Quali scoperte ho fatto in questo modo! Quali prodigi!
Un paradigma completamente rinnovato, ben radicato nella cultura millenaria del wellness ma che per diversi motivi ignorato e dimenticato!
Nell’ambiente si faceva un gran parlare di Plinio Kevin Spirotti, un guru del fitness sulla cresta dell’onda. Quando l’ho conosciuto subito ho capito che parlare di guru è riduttivo perché tutto ciò che si sa sul fitness è assolutamente nulla rispetto a quello che lo Spirotti può insegnare. Lui è il primo in Italia a occuparsi, con gli adeguati titoli del fitness scrotale, lo scrotal fitness, centro nodale di tutto il benessere psicofisico di ogni uomo. Si è preparato a Vilnius, presso il grande luminare Argo Port, pioniere della materia, colui che ha riscoperto questo antico insegnamento formandosi presso una tribú semidimenticata di aborigeni australiani1.
In ogni caso, gli insegnamenti dello Spirotti mi hanno cambiato la vita nel primo mese di vita perché, non concentrandomi sugli aspetti sbagliati mi sono potuto dedicare anima e scroto a tutto ciò che è importante: se non si perde tempo i risultati sono eclatanti! Tutto verte attorno al sacco scrotale, allenare lo scroto di conseguenza porta ad allenare tutto il corpo, facendo sí che l’allenamento classico sia semplicemente accessorio. Inoltre gli studi piú recenti dimostrano come con queste tecniche si eliminino i problemi cardiocircolatori, l’osteoporosi, la gotta e una miriade di altre malattie degenerative. Di fatto se lo scrotal fitness fosse un liquido, potremmo allora parlare di elisir di eterna giovinezza!

Concetti chiave

Di seguito elencherò le basi della disciplina con una breve quanto stringata spiegazione per consentire al lettore di cimentarsi il piú presto possibile: prima si inizia, meglio è. Questo sport può essere praticato ad ogni età.

  • Massaggio preparatorio: Inumidite delicatamente le punta della dita e iniziate a passarle circolarmente nella parte alta, quella posto subito al di sotto dell’asta. Dedicate a questa operazione almeno due minuti. Successivamente prendete un cucchiaino da zucchero di olio di mandorle, siate ben certi di avere le mani ben unte e iniziate a soppeare il sacco con moto sussultorio pinzando delicatamente la pelle per eliminare aderenze e donare vitalità all’epidermide. 5 minuti saranno sufficienti.
    In capo ad un mese avrete dei testicoli gonfi e tonici, segno evidente di salute. Non temete per possibili dolori iniziali, imparerete velocemente, senza bisogno di un aiuto esterno, che certamente sarebbe piacevole perché il wellness è un mondo di condivisione ed allenarsi assieme è piú gradevole che farlo da soli, a capirvi e ad amarvi.
  • Cardiosack: iniziare e concludere la sessione di allenamento sempre con almeno 10 minuti di cardiosack per bruciare il glicogene in eccesso e irrorare maggiormente le estremità. 20 minuti di cardiosack a sessione di allenamento, se ne consigliano 3 a settimana, sciogliendo i grassi polinsaturi aiutano la respirazione e correggono la scoliosi.
  • Dynamic Grooming: ora inizia l’esercizio vero e proprio, mi raccomando prestate molta attenzione ai segnali del vostro corpo e curate la postura: ricordate che una postura corretta è piú di metà del lavoro. Prendendo il sacco tra i palmi delle mani, stringendo lievemente, mi raccomando postura e segnali, iniziate a sfregare, prima molto piano, poi via via piú veloce per un totale di 20 secondi. Ripetete la serie a seconda di quanto riportato sulla scheda stilata dal vostro personals trainers. Solitamente, quando ci si allena in coppia o in gruppi, si può discutere delle lozioni casalinghe che ogni atleta si prepara per migliroare l’elasticità della pelle. Durante il DG si vede il massimo di questi sforzi, per cui discutere di queste lozioni in tempo reale è molto consigliato. Si può confrontare il proprio scroto con quello degli altri e rapportarsi con le varie esigenze che possono sopraggiungere: un fastidioso arrossamento, un pelo incarnito, l’età avanzata… non esiste una ricetta univoca, benché ci siano delle linee guida semplici ed efficaci per ogni fascia d’età e macrosituazione.
  • Self Teabagging o Social Teabagging: la differenza tra le due tipologie, come dice il nome stesso, è solo nella modalità di allenamento, se da soli o in compagnia2, ma la procedura è identica. Consiglio per i neofiti l’utilizzo di una crema di nocciole per dare all’esercizio la giusta resistenza e compattezza. L’allenamento è semplice ma non banale: bisogna mimare il gesto della bustina da tè immersa nell’acqua calda, afferrando lo scroto tra le dita che si stringono forte attorno all’asta, fate attenzione agli altri per capire se potete concedervi un’erezione o meno perché gli sportivi sono sempre gentiluomini prima che sportivi, e con moto verticale far scendere e risalire, scendere e risalire, variando a seconda degli obiettivi frequenza e numero di ripetizioni e velocità d’esecuzione. Col Social Teabagging, al solito, potete confrontarvi e addirittura scambiarvi recirpocamente l’impugnatura, per imparare a rispettare il prossimo proprio come rispettiamo noi stessi. Attenzione però, perché l’esercizio con la presa inversa richiede maggiore concentrazione, non bisogna distrarsi mai quando ci si allena, farsi male è all’ordine del giorno nelle palestre di scarsa qualità o allenandosi a casa!
  • Doccia post allenamento: Fondamentale se si vuole considerare completo l’allenamento che, voglio ricordare, è costante e non solo limitato al momento in cui si va in palestra. Bisogna soppesare, strigliare e sciacquare bene con acqua calda e fredda per assicurate la corretta circolazione linfatica e garantire forza e potenza.
  • Dieta e alimentazione: per il momento preferisco non scrivere niente al riguardo perché è un discorso complesso. In futuro tratterò l’argomento con il tempo e lo spazio che si merita.

L’importanza di questi esercizi la si ravvisa a livello psicofisico, come detto prima; a livello sociale, perché l’atleta impara come porre il proprio scroto come si confà a uomini di classe, ben idratato, liscio come una pesca e con un vago sentore di cannella e sandalo per stuzzicare ma non infastidire; a livello spirituale, lo scrotal fitness infatti mette in comunicazione tutti i chakras del corpo perché il Dydimus Chackra è la porta nascosta di tutti gli altri ed avendo acceesso ad esso, aprendolo e liberandolo, riusciamo ad aprire e liberare tutto il nostro corpo! Non è raro in palestra vedere prestanti atleti in estasi per l’apertura dei loro chakra, aprire a loro volta i chakra dei loro compagni in un susseguiri orgonico che esplode violentemente in una calda doccia di benessere tonificante.

Storia & Personaggi notabili

Come accennato all’inizio di questo vademecum, Argo Port a contatto con quegli aborigeni australiani è riuscito a ricostruire, da quale pioniere qual è, trasponendolo in chiave scientifica, il millanrio sapere del crossfit taoista gregoriano naturista, chiave di volta di tutto il fitness moderno.
Suo allievo nonché erede è proprio il giovane trentenne Plinio Kevin Spirotti, a lui il merito di aver portato in Italia questa disciplina ed avervi integrato i recenti studi israeliani sui leggings da indossare, quelli con la scrotal window, perché lasciando respirare lo scroto, il chakra si mette in moto prima e si può ridurre l’utilizzo di prodotti anti-age di cui sicuramente però parlerò nei prossimi articoli.
Vorrei anche parlare di un argomento un po’ delicato perché sul filo della leggenda, anche se ho validi motivi per ritenerlo vero: il saggio The Dydimus Experience sembra che sia la trasposizione fedele del fantomatico e ritenuto falso dai piú, del The Dydimus Experiment, quella serie di studi condotti da Jimi Hendrixin gioventú che gli costarono l’incidente per cui decise di suonare la chitarra. D’altronde se nello ScrotFit si predilige la mano sinistra, un motivo c’è.
Come dicevo, magari non ne parlo ora ma non temete che è un discorso che mi interessa affrontare molto presto, in quanto fermo ricercatore della verità ovunque essa si trovi, qualunque essa sia!

Conclusione

Materiale per iniziare questa pratica ce n’è in abbondanza. Quello che conta è volersi mettere in gioco ed essere desiderosi di esperire la vita come non lo si è mai fatto prima, vedrete che ne guadagnerete in salute e benessere perché l’attività fisica, soprattuto per lo scroto è REALMENTE la ricetta per vivere felici e sereni3.


  1. Cfr. Io e gli aborigeni, ovvero come ho insegnato ad insegnarmi ad una tribú di sciamani asceti, storia di un passato dimenticato, Argo Port, Balta edition. 
  2. Non mi stancherò mai di dire che un allenamento in una palestra attrezzata con personale qualificato è da preferire ad un allenamento casalingo. 
  3. Esiste anche un’attività specifica per le donne di cui spero poter parlare prima o poi, il Vulvagility

About ysingrinus

Mi sono accorto che non avevo scritto niente qui e cosí ho deciso di scrivere qualcosa.
Questa voce è stata pubblicata in Fitness e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

92 Responses to Dydimus Chakra: tutti i segreti dello ScrotFit

  1. assistente42 ha detto:

    Io sono qui per i commenti. Sego.

    "Mi piace"

  2. giomag59 ha detto:

    E’ consigliabile esercitarsi al mattino o la sera? Ho notato che dopo otto ore di lavoro c’è un certo ingrossamento; anche dopo il telegiornale si manifesta lo stesso fenomeno. Al contrario la domenica mattina, a meno che non si debba andare all’Ikea, mi pare che il chakra sia più favorevole. Ovviamente a patto di sapere cosa sia il chakra, che non è il mio caso.

    "Mi piace"

  3. mollymelone17 ha detto:

    Protesto per la natura sessista di questo post.

    Piace a 2 people

  4. Sara Provasi ha detto:

    Mi sento inutile -più del solito- non potendo usufruire di tali conoscenze! °-°

    Piace a 1 persona

  5. Chãrdeul Ihuxsiov ha detto:

    Interessante, ma quanto costa seguire un corso? Sono curioso ma non vorrei compromettere il bilancio famigliare. Inoltre vorrei tenere mia moglie fuori da tutto questo.

    "Mi piace"

  6. Gintoki ha detto:

    Dopo una settimana di esercizi posso dire che la salute del mio scroto è migliorata e, di conseguenza, quella di tutto il mio fisico.

    "Mi piace"

  7. gianni ha detto:

    Vorrei vedere la lista di compatibilità della APP, non so se il mio smartphone va bene o va aggiornato

    "Mi piace"

  8. gianni ha detto:

    Ma un ulteriore approfondimento? A quando?

    "Mi piace"

  9. TADS ha detto:

    tu sei un gran figo…
    ti rendi conto delle cazzate che hai scritto? secondo me si

    "Mi piace"

  10. Pingback: Asciugamani veg | Discussioni concentriche

Fhtagn

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.