Problemi di pesca

È giunto per me il tempo di rivelare una mia particolarità. So che per molti non mi renderà onore quello che sto per dire ma, spinto dalle affermazioni del buon Gintoki devo dire anch’io la mia. Anche se, ripeto, questo mi farà sembrare spregevole ai piú.
Terminata l’introduzione1 lascio la parola alle parole2.


Ormai dieci anni fa ho avuto uno spiacevole incidente di pesca montana: stavamo, i miei compagni di pesca ed io, inseguendo una balena dolomitica fin dall’Aspromonte, una caccia serrata e sfiancante, un confronto tra cervelli, una sfida tra primati e cetacei senza esclusione di colpi, senza pietà. Era in gioco la nostra vita, la nostra affermazione di potenza e di diritto ad esistere: quella balenottera aveva compiuto già numerose razzie, sembrava impossibile catturarla e la fauna locale ne stava risentendo già, cosí come l’allevamento del bestiame.
Bisognava fare qualcosa ed allora chiamarono noi. Eravamo una squadra specializzata in queste situazioni: grandi prede, selvagge, intelligenti e spietate3.
Armati di tutto punto, ma soprattutto della nostra competenza ed astuzia la caccia ha cosí avuto inizio.
Tra trappole ed inganni siamo riusciti a resistere e a portare l’animale nel suo luogo d’origine, dove si sarebbe sentito piú al sicuro e dove finalmente avrebbe potuto abbassare la guardia. Finalmente messa alle strette, la balenottera ha deciso di scontrarmi direttamente, cosí ho preso il mio rampone da ghiaccio, mi sono liberato dal giaccone di pelle di foca albina ed è iniziata la danza: schivate, colpi e fendenti, canti ed urla, con le montagne che osservavano silnziose il macabro rito della della natura che schiaccia la vita per la vita, assetate di sangue.
Poi, all’improvviso, un colpo di coda, uno spruzzo violentissimo, scompare, mimetizzata tra le nevi compare alle mie spalle, mi butto di lato, scarto un paio di fendenti caudali, un affondo di pinna e poi il disastro, un compagno di pesca mi colpisce preso dal panico, il suo rampone da ghiaccio mi taglia di netto il sacco scrotale e cado a terra priva di sensi, la neve beve il mio sangue, tingendosi di cremisi.
Mi sono svegliato in ospedale, ad Orbassano, sulla costa, vicino al mercato delle balene, con l’odore dell’ambra grigia nelle narici.
Ma questa è un’altra storia4.


  1. Scrivo quello che sto scrivendo cosí da poter aiutare anche il lettore meno attento. 
  2. Vuole essere un gioco di parole ma è anche la verità. 
  3. Spielberg richiese la nostra consulenza per Jurassic Park. Ovviamente adattò la nostra consulenza per non far vincere gli umani sui velociraptors, sennò non ci sarebbe stato il films. 
  4. Come direbbe anche Fëdor Michajlovič Dostoevskij 

About ysingrinus

Mi sono accorto che non avevo scritto niente qui e cosí ho deciso di scrivere qualcosa.
Questa voce è stata pubblicata in Attualità, Riflessioni e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

57 Responses to Problemi di pesca

  1. shevathas ha detto:

    mai, mai, mai masticare vivident blast quando ci sono in giro balene bianche, mai

    Piace a 1 persona

  2. Conte Gracula ha detto:

    E le associazioni animaliste come hanno reagito?

    "Mi piace"

  3. assistente42 ha detto:

    È tutto meraviglioso, ma come potrai escludere che emissari cetacei non cerchino di farti fuori in ospedale? Dammi retta, lascia stare i cannoli e prendi la pistola.

    Piace a 1 persona

  4. Sara Provasi ha detto:

    Premesso che dal titolo non sapevo se aspettarmi un racconto sulla pesca di pesci o sulla pesca il frutto (può dare problemi anche la pesca-il frutto), quando scrivi “priva di sensi” al femminile è un lapsus o una scelta proprio per la recente perdita del sacco scrotale nel racconto? :D

    Piace a 1 persona

  5. PindaricaMente ha detto:

    Visto che con le balene hai già dato, potresti darti all’ippica! Che ne pensi? 😂

    "Mi piace"

  6. Gintoki ha detto:

    Ma Spielberg poi ha mai ringraziato per quei preziosi consigli?

    Comunque è per situazioni come quella che hai raccontato che io non mi sono mai dedicato alla pesca montana. Anzi, la dirò tutta: è proprio per questa disavventura che hai riportato oggi, che ho trovato mentre cercavo informazioni su internet riguardo le volpi di mare, che 10 anni fa ho deciso che non mi sarei mai avventurato sull’Aspromonte.

    "Mi piace"

    • ysingrinus ha detto:

      Lo ha fatto a voce ma non nei titoli di coda a causa di alcuni fanatici ambientalisti il cui simbolo sono 12 pinguini.

      Noi lo facevamo per professione, altrimenti hai ragione tu. Mai sfidare questi pericolosi animali.

      "Mi piace"

  7. mollymelone17 ha detto:

    Morale: le balena dolomitiche non vanno stuzzicate; ci sì rimette in virilità

    "Mi piace"

  8. Poteva andare peggio: pensa perdere la verginità!

    "Mi piace"

Fhtagn

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.