Tramonti che citano

Dopo tanto tempo riprendo in mano i pastelli ad olio, li mordo e mastico un poco, vomito e poi li uso per fare un mio classico ysipitto, un tramonto inaspettato eseguito male su una città di cubi colorati male.

Il tutto è iniziato il 14 maggio scorso, quando ho visto una foto con una citazionistica didascalia e mi sono detto: «Goffredo, se non rifai entro domani questa foto giuro che non mi chiamerò piú cosí».

Che poi è il motivo per cui mi chiamo Ysingrinus, a quanto pare. Ora l’avete scoperto.

"There is no pain you are receding
A distant ship, smoke on the horizon
You are only coming through in waves
Your lips move but I can't hear what you're saying
When I was a child
I caught a fleeting glimpse
Out of the corner of my eye
I turned to look but it was gone
I cannot put my finger on it now
The child is grown
The dream is gone
I have become comfortably numb"
Tramonto cittadino

There is no pain you are receding
A distant ship, smoke on the horizon
You are only coming through in waves
Your lips move but I can’t hear what you’re saying
When I was a child
I caught a fleeting glimpse
Out of the corner of my eye
I turned to look but it was gone
I cannot put my finger on it now
The child is grown
The dream is gone
I have become comfortably numb””There is no pain you are receding
A distant ship, smoke on the horizon
You are only coming through in waves
Your lips move but I can’t hear what you’re saying
When I was a child
I caught a fleeting glimpse
Out of the corner of my eye
I turned to look but it was gone
I cannot put my finger on it now
The child is grown
The dream is gone
I have become comfortably numb


Pink Floyd, Comfortably numb

Bene, ora che ho detto tutto quello che ho detto non resta che dire quello che ancora non ho detto e che devo dire per poter finalmente dire tutto quello che ho detto, ma tutto, non tutto quello ho detto meno quello che non ho detto  quando ho detto tutto quello che ho detto meno quello che non ho detto, quindi ora  dico tutto quello che dico e voi non potrete dire che non ho detto tutto quello che ho detto!


Tra le cose da dire, impossibile non dire che la foto da cui ho preso ispirazione è di Giulia Manigrasso e se non la conoscete è peggio per voi, avrei anche potuto dire «peste vi colga» ma non mi piace usare i congiuntivi con chi non può capirli.

Secondariamente devo dare i dati tecnici che tanto solleticano la morbosità di voi lettori, quindi senza dilungarmi inutilmente oltre come sono solito fare, anche se bisogna riconoscere che in fondo questo è il mio stile, ciò che mi rende ciò chem i rende e non ciò che non mi rende perché tanto mi rende e non è che non mi rende, dicevo allora ecco la tecnicità di cui sopra.


Pastelli a olio su carta, 27×17,4 cm circa.

About ysingrinus

Mi sono accorto che non avevo scritto niente qui e cosí ho deciso di scrivere qualcosa.
Questa voce è stata pubblicata in Arte e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

28 Responses to Tramonti che citano

  1. Francesca ha detto:

    E io che pensavo fosse un’aurora boreale! Tutto questo turbinio di colori m’ha tratto in inganno! Posso cospargermi il capo di cenere e chiedere umilmente che peste mi colga?

    "Mi piace"

  2. mollymelone17 ha detto:

    Mi stanno già venendo le prime pustole, ma mi consolo guardando il tuo tramonto che a me pare niente male, checché tu ne dica

    Piace a 1 persona

  3. assistente42 ha detto:

    Credo che “peste vi colga” sia un giustissimo uso di modo imperativo, invero. Maestro, voglia (ancora imperativo) lei perdonarmi se ho osato fare il nazionalsocialista della grammatica.

    Piace a 1 persona

  4. Sara Provasi ha detto:

    È meraviglioso, così come la sua genesi, e quella del tuo nome! 😄

    "Mi piace"

  5. Potrei dire che il dipinto mi piace, ma ho messo mi piace e sarebbe di cattivo gusto spiegare ciò che ho già manifestato in tutta evidenza.
    Chissà come, l’opera mi ha fatto venire in mente un album musicale parecchio famoso tra gli albums non molto famosi.
    Collegamento: https://dreamcatalogue.bandcamp.com/album/–18
    Pur essendo un album ambient, gli intelligentoni della rete dicono che è vaporwave, termine usato dai navigatori particolarmente intelligenti per descrivere cose che non esistono. Quindi, per qualcuno potresti essere un pittore vaporwave.

    "Mi piace"

Fhtagn

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.