Amarcord, o del tempo passato

In questi giorni1 mi è capitato tra le mani un libro di quando ero bambino2. Un libro che non ho mai letto per ovvi motivi3 ma sul quale ho letto alcune delle mie prime parole. In realtà per la prima sillaba ho avuto bisogno di un aiuto, ma di lí in poi è andato tutto in discesa!

https://yziblog.files.wordpress.com/2018/06/p_20180607_110603_hdr.jpg?w=520

Adesso sono dimidiato tra la voglia di provare a leggerlo, capendo ben poco, o custodirmi fradolosamente il ricordo di quando ero un bambino che sillabava meravigliato dal prodigio della lettura4.
Quante cose ci sarebbbero da dire e quante non ne dirò!


Ancora per qualche volta altra segnalerò la pagina Febakoco di cui sto parlando in questi giorni, anche perché credo ci fossero dei problemi.


  1. Oggidí.
  2. Stiamo parlando quindi, di un paio di mesetti fa al massimo.
  3. Si capirà piú avanti perché sono ovvi tali motivi. Sempre che non siate troppo fessi.
  4. Devo precisare che potendo decidere il passato che piú mi aggrada, avrei potuto dire che mi era chiaro tutto e che anzi avevo apportato alcune correzioni a quel libro, ma poi ho deciso che preferisco il passato meravigliato a quello meraviglioso.
Annunci

About ysingrinus

Mi sono accorto che non avevo scritto niente qui e cosí ho deciso di scrivere qualcosa.
Questa voce è stata pubblicata in Riflessioni e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

30 Responses to Amarcord, o del tempo passato

  1. mollymelone17 ha detto:

    relativamente al punto 4 vorrei dirti quanto io apprezzi la tua onestà intellettuale. In un mondo di supercazzoleprematurate, tu mantieni intatta la tua integrità. Bravo!

    Piace a 1 persona

  2. Sara Provasi ha detto:

    Che bello!! 😀
    Mi ricordo i libri con cui ho imparato a leggere, prima delle elementari: l’enciclopedia “Il libro delle mie ricerche”! Ricordo ancora quando dai nonni lessi tutto il titolo del libro in modo corretto per la prima volta 😀
    Il tuo era un libro più complicato mi sa 😅

    Mi piace

  3. Francesca ha detto:

    Credo di aver intravisto in casa un libro di fisica scritto da Landau, credo che sia ancora più complicato/illeggibile del libro che ha proposto tu. Secondo me se lasciamo quel libro di Chimica organica e quello di fisica soli in una stanza, si prendono a botte. Libri aggressivi, libri che non si possono lasciare incustoditi accanto a dei bambini! Hai avuto un’infanzia pericolosa, a quanto vedo. E fossi in te, non ci proverei nemmeno ad aprirlo, secondo me è un po’ come il Necronomicon, meglio vivere di ricordi…

    Mi piace

  4. Gintoki ha detto:

    Quante cose non dirai a noi che preferiremmo non sapere.

    Mi piace

Fhtagn

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.