Retrospettiva artistica

L’arte è arte?
Chi può dirlo?
Sicuramente non DOLLAR POT!
Non mi stancherò mai di dirlo: Dollar Pot può piacere e sicuramente piace, ma non riesco a mandare giú la sua arte. Non riesco proprio a concepirla come arte purtroppo.
Forse, se lo avessi approcciato non conoscendo la sua persona, o meglio ancora Euro Top, il mio giudizio sarebbe probabilmente diverso.
Perché devo riconoscere che, al di là della prosopopea e dell’arroganza, dell’acquistare, letteralmente, il favore del pubblico con i suoi danari, Dollar Pot è riuscito a carpire i segreti pittorici del nostro Olandese.

 https://yziblog.files.wordpress.com/2017/11/dollarpotincul.png?w=520

La penetrazione anale.

In questo quadro, eseguito con l’ormai caratteristica tecnica della Pittura à la Paint noi possiamo facilmente vedere tutto lo struggimento e la sofferenza che l’artista ripone nel suo pennello.
Pennello che in questo caso è un’allegoria del suo pene, proprio come il pene risulta essere un’allegoria del suo pennello. Infatti vediamo come col membro eretto, e deformato secondo i canoni umanistici per indicarne la maggiore importanza sopra a tutto il resto, dipinge la schiena della sua partner sessuale cangiandone l’incarnato con il suo seme. Non sfugge il fiotto di sangue che indica, oltre ad una selvaggia sodomia, anche il dolore che l’artista patisce e trasmette in ogni sua opera: grazie a questo dolore, infatti, può continuare la sua missione.

In fondo a destra non possiamo non notare lo spropositato ego di Dollar Pot che, rappresenta, sé stesso, o l’arte incarnata in sé, con un fallo con stelline pubiche, che ejacula dollari, cioè ancora sé stesso. Una tautologica genesi celebrativa che lascia aperto un dubbio: un artista è il demiurgo di sé stesso?


Intendo accantonare per un attimo le diatribe giudiziarie di questi ultimi tempi, concentrandomi su ciò che invece mi interessa davvero.

Annunci

About ysingrinus

Mi sono accorto che non avevo scritto niente qui e cosí ho deciso di scrivere qualcosa.
Questa voce è stata pubblicata in Arte e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

74 Responses to Retrospettiva artistica

  1. Judith ha detto:

    Per 3/4 di articolo ho letto digrignando i denti pensando “ahio”.. le goccioline di sangue mi son valse un “uooh”

    Mi piace

  2. assistente42 ha detto:

    Stiamo assistendo alla rivalutazione di Dollar Pot? Ti conosco e so che non è mera captatio benevolentiae.

    Mi piace

    • ysingrinus ha detto:

      Non è una captatio benevolentiae no. Devo riconoscere che, nonostante tutti i miei dubbi e perplessità, ci troviamo di fronte ad un’opera importante ed imponente, quella che potrebbe fare da spartiacque tra il Dollar Pot emulo ed il Dollar Pot maturo!
      Ciò non toglie che le mie considerazioni su Dollar Pot persona non cambiano, non cosí facilmente almeno, ma il lato artistico è differente: bisogna riuscire a scindere l’artista dall’arte che crea.

      Mi piace

  3. Cose da V ha detto:

    Sono molto contenta che tu sia tornato a criticare Dollar Pot e la sua arte che non è arte, davvero molto!

    Mi piace

  4. Gintoki ha detto:

    Questo quadro è retrospettivo e, per la sua dinamicità e impetuosità, anche retro-futurista. Interessante la meta-narrazione del pene che allegorizza sé stesso nell’allegoria del pennello. Questa autoreferenzialità circolare però apre dubbi: se l’artista è demiurgo di sé stesso, chi ha creato il demiurgo? Si è comprato col suo danaro? Questo Dollar Pot ci sta prendendo per il naso? Risponda alla questione!

    Mi piace

  5. Conte Gracula ha detto:

    E ti dirò di più, la persona che riceve il pennello può a sua volta sembrare un enorme pene deforme!
    O forse devo mangiare qualcosa, non ci vedo più dalla fame!
    Comunque, non amo l’originale, la copia nemmeno :P

    Mi piace

  6. Volgarissimo imitatore! E i popoli che adorano il falso dio!

    Mi piace

  7. Il punto è se l’imitazione può generare arte. Alcuni tenui segnali si intravedono (Top si ispira esclusivamente a Paint, mentre Pot qui mostra tendenze photoshoppiane), stiamo a vedere cosa accadrà.

    Mi piace

  8. Cumbrugliume ha detto:

    Devo dire che mi mancava un bel blog sull’arte da seguire. Ci penserò 😀

    Mi piace

  9. shevathas ha detto:

    un interessante caso di MEF’ART.
    Si dice che dalle parti di via Cristoforo Colombo a Roma l’apprezzino particolarmente…

    Mi piace

  10. Tati ha detto:

    Eco un’opera che mancava alla settimana dell’arte contemporanea a Torino! Mannaggia, come siano riusciti a farselo sfuggire proprio non capisco…

    Mi piace

  11. mollymelone17 ha detto:

    Spreco di sperma capitalista. Ha da venì baffone

    Mi piace

Fhtagn

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.