La macchia dei bulli

Dopo cena, passeggiando con Bionda mi sono trovato una mandria di bambini cretini che rumoreggiavano, parecchio. Per non sentirli ho svoltato un vicoletto, cosí hanno svoltato anche loro.
Vedendo che anche se la mia cana era preoccupata per la “cagnara“, io ero impassibile, i giovinastri hanno cercato di impressionarmi, facendo finta di leggere lettere e numeri di targhe per dire parole come «droga» e «merda»1. Quando sono arrivati a «merj» o «mery», avevano dubbi sulla j o y e non sapevano come continuare, non mi è restato altro che bestemmiare e pregare al tempo stesso: bestemmiare perché non li sopportavo piú e pregare perché si avvicinassero per picchiarli con il guinzaglio di Bionda.
Purtroppo devono aver sospettato qualcosa e hanno cambiato strada alla fine.

Ora posso solo sperare che quest’altra macchia vada a prendere loro ed i loro genitori, come secondo me è giusto che faccia.


  1. Mai come ora, ha valore la seguente domanda retorica: «Si può essere piú coglioni di cosí, mortacci loro e di tutta la loro sporca genía?» 

About ysingrinus

Mi sono accorto che non avevo scritto niente qui e cosí ho deciso di scrivere qualcosa.
Questa voce è stata pubblicata in Arte, Polemica e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

116 Responses to La macchia dei bulli

  1. pornoscintille ha detto:

    Uno di quei momenti in cui rivaluti l’eugenetica?

    "Mi piace"

  2. ivano f ha detto:

    Speriamo! Quella macchia secondo me potrebbe rincorrerli anche nei loro sogni!

    "Mi piace"

  3. Solo la violenza può insegnare la differenza tra la j e la y. Questa verità incontestabile la si vuole negare, ma è pura idiozia propinata da povere bestie a povere bestie.

    "Mi piace"

  4. cinemadegenere2014 ha detto:

    Lunga vita alla tua macchia! Spero castighi a più non posso. Giusto pochi minuti addietro un gruppo di rintronati è passato emettendo grugniti beluini sotto casa mia. In quel momento, casualmente mi trovavo sul terrazzo tutto intento a fumare l’ultima “bionda” della giornata (una bionda c’è sempre !;-) è ho resistito a stento alla tentazione di far cadere, assolutamente involontariamente, uno dei miei vasi di geranio sulle loro sciocche cervici…

    "Mi piace"

  5. Francesca ha detto:

    Sant’Iddio! ma quello è il mostro delle paludi sotto mentite spoglie! anzi, confido che il mostro delle paludi passi allo sterminio contro chi si merita di essere sterminato…

    "Mi piace"

  6. ehipenny ha detto:

    Lo speriamo tutti! E speriamo che faccia un giro più lungo così ne prende di più :))

    "Mi piace"

  7. Cose da V ha detto:

    Meritano di morire male. Bionda invece non merita di assistere a queste scene, proprio no.

    "Mi piace"

  8. Gintoki ha detto:

    Hanno sospettato e si sono allontanati pensando si essere furbi, ahiloro non sanno che la macchia fosse già sulle loro tracce, ora lo sapranno ma non potranno raccontarlo a nessuno ah ah ah!

    "Mi piace"

  9. colpoditacco ha detto:

    È una vera macchia umana

    "Mi piace"

  10. beebeep74 ha detto:

    poveri ragazzi

    "Mi piace"

  11. m3mango ha detto:

    Ma non lo facevamo tutti a quell’età? Gintoki direbbe ‘spezzo un’arancia a loro favore’.

    "Mi piace"

  12. silviatico ha detto:

    La mandria, delle mamme della mandria dei bambini cretini, purtroppo, è sempre incinta… Ma tu usa un multi guinzaglio microscopico, di quelli che s’allungano, strangolando i bambini cretini che offendono le oneste cane….

    "Mi piace"

  13. Nyno ha detto:

    Mi piace i colori che
    hai utilizzato.
    Beh lo
    sai
    che
    i ragazzini di oggi
    sono
    solo dei
    coglioni.
    Comunque sia
    una bella bestemmia
    ci stava.
    Ti saluto
    caro
    sei
    mitico.

    "Mi piace"

  14. fulvialuna1 ha detto:

    Mi diventi un “macchiaiolo”?
    Una per ogni occasione…

    "Mi piace"

  15. ceciliagattullo ha detto:

    Posso usare la tua macchia per mandarla in sogno a un po’ di persone?

    "Mi piace"

Fhtagn

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.