Due in uno

È passato abbastanza tempo perché possa parlare dell’ennesimo libro Urania costatomi all’incirca 50¢1.
In realtà il libro è stato protagonista di una mia recente citazione, come i piú accorti di voi si potranno, fra poco, accorgere2.

In una piccola città di Frank Belknap Long

Chiunque abbia un po’ di padronanza del genere ed abbia imparato a conoscere i gusti sa cosa penso dell’autore e come mai abbia deciso di leggerlo senza neanche sapere di cosa trattasse il libro.
Ebbene, se la storia da un punto di vista è stato vagamente deludente, perché la componente piú spaventosa è venuta meno in favore di un’avventura simpatica e semplice, la semplicità e la caratterizzazione dei personaggi, del protagonista in particolare, mi ha sicuramente piú che soddisfatto!
La storia, un’invasione aliena per sostituzione ed intrusione, è raccontata, in prima persona, dai diversi protagonisti: Bobby Jackson, quattordicenne geniale con poteri telepatici, il suo professore, John Dyson, la bibliotecaria, Laura Hartley, di cui il professore è innamorato, piú un paio di personaggi comprimari.

Bobby, non per niente geniale, è l’unico ad accorgersi che i nuovi arrivati Martin sono troppo normali, stereotipati, per essere veramente normali e cosí inizia ad indagare, tra la preoccupazione e l’ostracismo dei suoi amici piú grandi. Questo finché gli alieni non rapiscono la giovane Laura…


Avendo però comprato questo libretto a scatola chiusa, non mi ero accorto che c’era un bonus speciale, molto divertente e tenero, un racconto extra che non ha fatto altro che migliorare la qualità del mio affarone!

Il bravo piccolo tostapane – Una favola per elettrodomestici di Thomas Michael Disch

Cinque elettrodomestici, un tostapane, una radio AM, un vecchio aspirapolvere, una lampada ed una termocoperta, “dimenticati” in un cottage di campagna, dal loro padrone, stanchi di sprecare la loro esistenza senza potersi dimostrare utili, decidono di incamminarsi per la città per raggiungerlo. Tra i mille problemi della corrente elettrica per tenerli attivi, la ruggine, le intemperie e soprattutto la legge che vuole che gli elettrodomestici diventino immobili in presenza di umani, riusciranno a mostrare il loro affetto e dedizione al loro superficiale proprietario?


  1. Il che mi collocare l’acquisto tra gli affaroni
  2. E cioè i piú accorti3
  3. E cioè quelli non sono i piú tonti4
  4. E cioè voi o, nel caso non siete voi, non voi5
  5. Ovviamente! 
Annunci

About ysingrinus

Mi sono accorto che non avevo scritto niente qui e cosí ho deciso di scrivere qualcosa.
Questa voce è stata pubblicata in Arte, Riflessioni e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

25 Responses to Due in uno

  1. Il racconto sugli elettrodomestici sembra davvero folle, quello dell’invasione aliena pare simpatico – e ha un plot molto classico!

    Mi piace

  2. Cose da V ha detto:

    Non ho padronanza del genere, però il racconto extra del tostapane e dei suoi amici dimenticati ha l’aria di essere fighissimo.

    Mi piace

  3. chezliza ha detto:

    Urania…
    devo cercarmelo le storie sembrano belle 😊

    Mi piace

  4. silviatico ha detto:

    Felicissimo che ancora oggi Urania scaldi la fantasia: tante vite fa ne avrò letti qualche centinaio di suoi libri. Sf di lusso per racconti uno più bello dell’altro…
    Un caro saluto…

    Mi piace

  5. ivano f ha detto:

    Sembrano entrambi interessanti…

    Mi piace

  6. Una volta ho fatto un sogno che era come la trama di un libro di fantascienza. Si parlava di un pianeta chiamato Dagon. Incuriosito dal nome, ho poi fatto una ricerca sull’enciclopedia libera in lingua inglese, ed ho scoperto che a questo nome risponde un’antica divinità semitica.

    Pianeti chiamati come divinità, del resto, ce ne sono a bizzeffe, e mi chiedo come abbia potuto in sogno attribuire un nome così appropriato a un pianeta, senza saperlo. Del sogno non ricordo altro.

    DIDASCALIA
    Questo è il primo commento della storia ad essere valido per più articoli simultaneamente.

    DIDASCALIA
    Se il lettore non conosce il significato di simultaneamente lo cerchi sul dizionario, o se preferisce si rechi a dar via l’ano!

    Mi piace

  7. Cosa ancor più interessante, il mio sogno precede di molti mesi il battesimo di questo pianeta (che risale a dicembre 2015)

    Mi piace

  8. Affy ha detto:

    Senza nulla togliere al merito del racconto di Frank Belknap Long è quanto capita, a volte, con i dischi. Sul lato B c’è una canzone che inaspettatamente raccoglie consensi tanti quanti quelli prevedibili incisi sul lato A.
    In questo caso “Il bravo piccolo tostapane” ha regalato un tocco di collaborazione al libro che ha lasciato l’acquirente imprevedibilmente sorpreso del sicuro acquisto.
    Meglio di così …

    Mi piace

Fhtagn

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...