Di cinema recensioni e concorsi

Ieri sera sono finalmente andato al cinema a vedere l’ultimo film di Star Wars: Il risveglio della forza1. Non dirò nulla sul film tranne che poteva essere meglio ma anche peggio, perché non è mia intenzione parlare del film2.
È solo un semplice pretesto per dire che ci sono tre o quattro film che intendo vedere quest’anno. Film stupidi, film d’azione e stupidi film d’azione. Sono abbastanza eccitato all’idea di vedere i film che voglio vedere nel cinema dove voglio vedere i film che voglio vedere.
E finalmente arrivo al centro della faccenda, il motivo reale per cui scrivo questo paragrafo di questo articolo. L’inserto fotografico.
Per buoni, eccitanti dieci minuti, in sala c’ero io e la persona che ha scattato le foto. Poi sono arrivate altre persone ed in una sala da trecento persone eravamo circa in undici. Pienone!

cinema.jpg

La sala è mia. Sono lo spettatore ideale per il cinema espressionista slavo.

particolare_cinema.jpg

Al cinema. Particolare.


Sempre ieri ho finito di leggere un libro che rientra nella categoria affare supremo: un libro Urania pagato il classico 1,50€ che tanta gioia sempre mi dà.

La miniera di Hatcher di Charles Edward Sellier Junior e Robert Weverka

Il libro, ambientato nel Colorado, nei pressi delle montagne rocciose, è un perfetto romanzo horror con tutti gli elementi classici del cinema. Senza però le insensatezze tipiche dei film che fanno storcere il naso ai critici competenti.
Una vecchia miniera abbandonata, un paese chiuso, due gruppi di persone che vi capitano per caso e la claustrofobica ambientzione mineraria.
I protagonisti vengono eliminati poco alla volta ma nessuno si separa consapevolmente dall’altro, nessun sprovveduto consapevole dell’orrore si allontana dal gruppo.
Semplice, lineare, breve e d’effetto.
Un vero affare!


Devo assolutamente segnalare il prode Zeus che con il suo Consiglio Musicale non richiesto partecipa, non partecipando affatto, al Quarto Ysingrinus d’autore!
Una subdola mossa3 che esprime in maniera implicita il senso di ogni mio articolo. Subdolo. Subdolo e spregioso!


  1. O Guerre Stellari quando ero bambino. 
  2. In effetti dico quello che dico solo perché poi non mi si dica che non dico quello che dico quando non dico quello che dico se dico quello che dico. 
  3. Davvero subdola! 
Annunci

About ysingrinus

Mi sono accorto che non avevo scritto niente qui e cosí ho deciso di scrivere qualcosa.
Questa voce è stata pubblicata in Arte, Concorso, Riflessioni e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

124 Responses to Di cinema recensioni e concorsi

  1. Vittorio Tatti ha detto:

    Eddai!
    E dillo che hai comprato tutti i biglietti, solo per avere la sala tutta per te e fare lo sborone con la tipa che ha scattato la foto! XD

    Mi piace

  2. indianalakota ha detto:

    Eh ma che bei baffoni che hai 😊 A me i film piace guardarli a casa,anche perché per andare al cinema mi toccherebbe andare in città,a più di 40 km da qui: guarderò sicuramente quello di Checco Zalone.É l’unico che mi ispiri in questo momento! Nemmeno quel libro mi é piaciuto:la solita roba 😊

    Mi piace

    • ysingrinus ha detto:

      Sono molto baffuto in effetti.
      A me il cinema non dispiace affatto: non mi piacciono le persone che ci vanno solitamente. E di solito anche io devo fare svariati kilometri per andarci. Mi piace spostarmi a piedi e se devo prendere l’automobile preferisco non farlo.

      Liked by 1 persona

  3. Zeus ha detto:

    A parte che vedo un bel cambio di grafica anche da te (il 2016 ha portato un rinnovamento generale), ti ringrazio per la MINZIONE speciale per lo Ysingrinus d’autore.
    Ormai trasudo il mio essere subdolo e spregioso in ogni parola e frase. Persino i capoversi hanno un senso di malvagia spregiosità che piace. A me.

    Non sono ancora riuscito a guardare Star Wars VII (o Guerre Stellari, quando ero piccolo). Mi spaventa andare a vedere una serie prodotta dalla Disney… soprattutto dopo i 3 prequel che mi hanno tolto i denti del giudizio senza anestesia.

    Liked by 1 persona

  4. Dora Buonfino ha detto:

    La stessa cosa è accaduta a me quando sono andata a vedere Star Trek (2009). Eravamo in 10 nella sala. Tra tutti una vecchietta che si lamentava col nipote della qualità del film, troppo movimentato…
    A me è piaciuta l’esperienza, perché almeno per una volta il film l’ho visto oltre che sentirlo ;)

    Mi piace

  5. kalosf ha detto:

    Mmm. Bastavi tu a dare lustro al film

    Mi piace

  6. Tati ha detto:

    porcadiquella….!! questa impostazione grafica è difficile da gestire!… ma imparerò…
    mi piacciono le sale del cinema quando son quasi deserte… e mi capita spesso, tutto sommato…
    il libro mi pare interessante ma fa troppa paura… non si può…

    Mi piace

  7. lamelasbacata ha detto:

    Eri temibile in quella sala! Fiero e solitario ;)
    Ma quali sono i film che vuoi vedere nel cinema dove vuoi vedere i film che vuoi vedere?

    Mi piace

  8. lamelasbacata ha detto:

    Mi rammarica dover cambiare idea ma questo tema non mi piace tanto! Era più bello l’altro! EH!!

    Mi piace

  9. Cose da V ha detto:

    Ahaha mi è capitata la stessa cosa con lo stesso film che tra parentesi non mi è piaciuto affatto, saranno stati gli occhialetti 3d o che non sono un’appassionata del genere. Io preferisco le sale vuote.

    Mi piace

  10. colpoditacco ha detto:

    è successo anche a me di essere in sala in 4… a me piace tantissimo…

    Mi piace

  11. Gemellone solare ha detto:

    L’ultima volta che sono andato al cinema, la cosa consisteva in una candela accesa in una lanterna con sagome incise che proiettavano un’ombra sul muro. Poi muovevano le sagome per fare delle ombre animate: una beghina ha detto che era opera del diavolo e ha dato fuoco al posto. È morta un sacco di gente quel giorno, e forse nemmeno io sono sopravvissuto.
    O forse sì, sono sopravvissuto ma non me ne sono accorto.

    Comunque non sono mai stato un fan di Guerre Sperlari, secondo me la principessa Saila e Darth Wafer (semi-cit. non ricordo da dove) … cacchio, lei voleva farsi pure il fratello, figurarsi il padre! Quanta immoralità!

    È stupefacente che a poche settimane dall’uscita, nessuno si stia più filando il nuovo SW. Ai miei tempi, le trilogie erano diverse e il primo film veniva visto almeno quattro volte da tutto il mondo!

    Mi piace

  12. giomag59 ha detto:

    Vedo male o eri al cinema con il cappello? Avresti dovuto toglierlo, per non disturbare lo spettatore dietro. Era basso.

    Mi piace

  13. avvocatolo ha detto:

    Bauauauaua la storia dell’espressionismo slavo mi ha fatto piegare in due dla ridere bauauauaua pienone davvero! Star Wars non era un best seller? Comunque sono fiero di dire che non ho MAI visto nessun film della serie se non per brevi istanti tra gli spazi pubblicitari di altri film che stavo vedendo tipo Harley Davidson & Marlboro Man che merita molto più di Star Wars. Intendo la pubblicità merita più di Star wars…

    Mi piace

  14. ivano f ha detto:

    Bello l’inserto fotografico!
    E Zeus sa essere davvero subdolo e spregioso come dev’essere uno che partecipa a un concorso subdolo e spregioso!

    Mi piace

  15. Affy ha detto:

    Santa Peppa … gasp … ma che fortuna!
    Ci metterei la firma per vedere un film da unico spettatore (o quasi), a me capitano quasi sempre bocche che succhiano e denti che triturano assiepati intorno a bicchieroni di popcorn e sul più bello arriva sempre un gigantesco starnuto o un singhiozzo difficile da trattenere. :-)

    Mi piace

  16. Grande articolo, grandi contenuti, ma non trovi si diventato un po’ commerciale il cinema espressionista slavo? Da te mi sarei aspettato per lo meno un distinguo, uno spunto polemico. Ma ti sei venduto? Ki ti pakaa!!1

    Mi piace

  17. Ma Bohème ha detto:

    Confesso che è una vita che non vado al cinema. Detesto le multisale piccole e stracolme di gente. Stanno, almeno da me, soppiantando le belle, grandi e ariose sale di una volta, tipo quella in cui sei tu.
    Dei flim acquisto il dvd appena esce, tanto non passa molto tempo. Ma se mi capitasse una fortuna come la tua sarei una habituée. A dire il vero mi è capitata una sola volta una cosa simile. Eravamo in venti persone al massimo a vedere Lost in Translation, bellissima pellicola che non ha avuto il successo che meritava. Troppo poco commerciale, sembrerebbe.
    Strano a proposito che ci fosse così poco pubblico per Star Wars, di cui non ho visto mai nulla – della serie intendo – genere di film che non amo, quelli che io definisco americanate.
    Posso dirti che sono felice che non abbia il riscontro auspicato dopo il bombardamento pubblicitario?
    Buon proseguimento nei tuoi esperimenti artistici… Ho ammirato la tua medusa… ;-)
    Primula

    Mi piace

    • ysingrinus ha detto:

      Grazie!
      In verità ha riscosso moltissimo successo secondo me, ma il successo in questi giorni è estremamente volatile.
      Questo film è un classico prodotto di successo di oggi.
      Lost in Translation è veramente molto bello ma l’ho visto solo in DVD.
      I multisala qui possono essere davvero immensi, questo è un multisala medio, con molte sale medie e qualcuna grandicella.
      :-)

      Mi piace

  18. Gintoki ha detto:

    La seconda foto fa molto cinema d’essai. Sembri un personaggio di Truffaut.

    Mi piace

  19. domenicomortellaro ha detto:

    Quella sala ricorda certi cinemini mica male di una volta, di prima di youporn… saranno le luci basse… il libro non lo avevo letto… sembra interessante!

    Mi piace

Fhtagn

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...