Problema quotidiano

Benché la maggioranza delle persone non se ne sia accorta, in questi giorni fa molto caldo. Piú caldo di quanto un cetaceo possa sopportare, ed è ai miei amici cetacei che va il mio pensiero1. Ma non solo a loro2, anche a me va il mio pensiero.
Già perché benché io pensi ai cetacei non dimentico di pensare a me3 e, mentre nei bei tempi tempi andati i problemi erano per lo piú mattutini, i guai ai giorni nostri durano per tutto il giorno.
Le mie lenzuola iniziano a marcire già dopo il primo utilizzo, strati e strati di pelle morta4 ricoprono cuscini, copriletti e qualsiasi altra cosa si avvicini a me o al ventilatore; il ventilatore si è rotto e non parte piú da solo, ma devo far girare le pale con le mani come se fossi un aviatore dei tempi che furono5 e dopo qualche litro di sudore finalmente il ventilatore parte, prima piano poi via via sempre piú deciso fino a raggiungere la velocità, con relativa frescura, agognata.
Il lato positivo della faccenda è che quando ancora l’elica non gira come dovrebbe io metto le mani in mezzo per spingerla ed oramai riesco ad infilare le mani tra una pala e l’altra anche se ad un occhio non allenato sembrino una massa uniforme6.


  1. Poveri amici cetacei. 
  2. Per quanto molto. 
  3. Davvero. 
  4. Mia. 
  5. Bei tempi? Sinceramente non credo7
  6. Quest’articolo risente di tutto il caldo che ho subito e di tutto il sudore che ho sudato8
  7. Perché io non c’ero. 
  8. Per decenza ho deciso di non parlare delle mie mutande sudate, di come sudi nella zona delle pudenda, degli elastici e dei vari sacchi… 

About ysingrinus

Mi sono accorto che non avevo scritto niente qui e cosí ho deciso di scrivere qualcosa.
Questa voce è stata pubblicata in Attualità e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

145 Responses to Problema quotidiano

  1. avvocatolo ha detto:

    Ahahhahaah aahhaha arrogante! Anche le note nelle note dopo le note nove. A nove note non ci sei arrivato, io lo ho notato, nota anche tu quel che noto notandoti il post.

    "Mi piace"

  2. ivano f ha detto:

    Per fortuna hai questo senso della decenza…

    "Mi piace"

  3. Tati ha detto:

    1… Poveri cetacei
    2… Vorrei proprio capire chi non si accorge di questo caldo da bestemmio cosmico
    3… Hai proprio tanta decenza… :D

    "Mi piace"

  4. tiols ha detto:

    I rimandi 7 e 8 vincono il nobel per l’umorismo.
    E se non esiste lo inventiamo apposta.

    "Mi piace"

  5. Dora Buonfino ha detto:

    Siamo tutti evaporati, fra un po’ ricadremo sulla terra come pioggia… forse!

    "Mi piace"

  6. Affy ha detto:

    Per evitare marcescenza non smettere di far roteare attraverso indotta spinta le sinistre pale dell’attrezzo incantato, lascia che coriandoli di pelle faraonica raggiungano anime elette e gli amici cetacei che da cotanta grazia staccata al derma divino possano trovar giusta ricompensa al torrido momento.

    "Mi piace"

  7. tramedipensieri ha detto:

    E nessun notiziario che dia consigli ai cetacei….

    "Mi piace"

  8. Mastro Birraio ha detto:

    Mi sorprende come nessuno abbiamo dato la giusta attenzione al gesto atletico nel rischiare la faraonica e accaldata mano. Farlo mentre fa caldo non è da tutti!

    "Mi piace"

  9. sabato83 ha detto:

    Hai proprio ragione…si suda in un modo impressionante. Oramai gli asciugamani dormono insieme a me. é l’unico modo per non inzuppare il cuscino con litri di sudore notturno…

    "Mi piace"

  10. Zeus ha detto:

    Giusto ieri stavo disquisendo in maniera colta sulla nota numero 6.
    Sgrabi.

    "Mi piace"

  11. VittorioT ha detto:

    Io, del caldo, me ne sono accorto, invece.
    Dalla paura di far sudare il monitor (se si bagna, non di goduria, sono dolori…), metto i like ai post senza nemmeno leggere.
    Se mi chiedono “ti è piaciuto davvero, il post che ho scritto?”, rispondo “è un raro esempio di riflessione posttolstojiana, con un lieve accenno d’influenza vittoriana, come visto da un osservatore neanderthaliano”.
    Una volta, però, è successo di rispondere così a un post che parlava di ciclo irregolare (nessun riferimento all’informatica).
    Mi sa che devo cambiare scusa…
    A proposito: molto bello il tuo post, trasuda stanchezza e scazzo da tutti i pori.

    "Mi piace"

  12. gigifaggella ha detto:

    Ma i cetacei soffrono sto caldo come gli umani? Non si rinfrescano in acqua sprizzando getti di gassosa? E poi il ventilatore perché si è rotto? Scommetto che ci sputavi i noccioli di ciliegia per fare il tiro al piattello…. :)

    "Mi piace"

  13. Albucci ha detto:

    Quindi riesci anche a prendere le mosche con le bacchette?

    "Mi piace"

  14. ilsabatomattina ha detto:

    ma no…. ma il lettore non mi aggiorna i tuoi articoli… e io me perdo tali chicche….son passata di qua giusto per vedere se eri vivo…. non ti vedevo in giro da un pò! :))) cmq io vorrei sapere dei tuoi elastici….si si

    "Mi piace"

  15. ilsabatomattina ha detto:

    cmq so per certo che i cetacei se li congeli da vivi, poi quando li scongeli sono ancora vivi….. visto il caldo prova a congelarti… non so… hahahah

    "Mi piace"

Fhtagn

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.