Considerazionando

Sono giorni marini che alterno a giorni non marini non per scelta mia1.
Quest’alternanza provoca una discreta alternanza nei pensieri, alimentati dalle mie osservazioni della fauna locale2. Ultimamente sto concentrando la mia attenzione su di un animale ignorato dai piú per anni ma che sta riscuotendo un grande successo in questi ultimi anni. Nel dialetto locale viene chiamato pizza di mare3: bitorzoluto e poco affascinante trascorre la sua vita sui fondali marini nutrendosi di fango e sabbia. Praticamente vive nel piatto dove mangia4.
Ieri però ho avuto modo di toccare ed osservare da vicino un piccolo polpo e la sua testa grande, i suoi colori mimetici, la sua capacità di schizzare lontano, unito ai suoi molti tentacoli ventosati, mi hanno messo in crisi.
Prima da grande volevo diventare un’oloturia, adesso forse voglio diventare un polpo5.
Quale sarà la strada che prenderò da grande?
Chi lo sa!


  1. I giorni marini hanno di buono il mare ed il fatto che uso poco o niente strumenti elettronici. 
  2. Si voglia leggere quel che si vuole leggere in quest’ultima affermazione. 
  3. In italiano oloturia
  4. Si potrebbe parlare dell’ospitalità che regala ai pesci ma bisognerebbe specificare che il pesce da queste parti non è quello che è da altre parti per togliere determinati pensieri maliziosi e metterne altri. 
  5. Tanto sembra che ultimamente si mangino anche lo oloturie… 
Annunci

About ysingrinus

Mi sono accorto che non avevo scritto niente qui e cosí ho deciso di scrivere qualcosa.
Questa voce è stata pubblicata in Riflessioni e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

115 Responses to Considerazionando

  1. centocaratteri ha detto:

    C’è sotto la teoria gender. L’olotura, o cetriolo di mare, virile e retto. Il polpo, metacromatico, ondeggiante, ambiguo. La risposta è la fauna marina locale, sempre.

    Mi piace

  2. Dora Buonfino ha detto:

    “Vive nel piatto dove mangia”… niente di più comodo!

    Mi piace

  3. Tati ha detto:

    … io speravo di essere un gatto… e invece ho realizzato di essere molto probabilmente un opossum…

    Mi piace

  4. tiols ha detto:

    Le oloturie si mangiano? Quanti ricordi le oloturie!
    Uno. Le prime strisce a fumetti fatta da Davide La Rosa ed Emiliano Mattioli: Gigi e la piccola oloturia. Capolavoro.

    Mi piace

  5. dmitri ha detto:

    L’oloturia no, l’oloruria è un tubo digerente con la testa e il culo troppo simili, no, no, troppo simile a un uomo.
    Voto polpo.

    Mi piace

  6. rachelgazometro ha detto:

    Il polpo è buono, l’olutoria mai assaggiata. Chissà se è buona con le orecchiette.

    Mi piace

  7. LudiLud ha detto:

    la strada polpoturia? ;)

    Mi piace

  8. In queste poche righe c’è tutto: biologia marina, filosofia (epicureismo), critica sociale, criptoerotismo. Fosse per me, stamperei questo post su una lastra di platino e la caricherei sul prossimo Voyager, se mai ci sarà, come messaggio per gli alieni.

    Mi piace

Fhtagn

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...