L’Ysingrinus bevente, o della stupidità nei pub

Voglio premettere e premettere il voler premetto.
Premetto che sto pensando di fare una rubrica aperiodica della vita vissuta e non soltanto della vita sognata come faccio solitamente, gli zombies per esempio.
Premetto che nonostante tutto, nonostante quello che chiunque può giustamente pensare, ho degli amici, delle persone con cui ho condiviso e condivido cose assurde.

Premesso la premessa dell’articolo, inserisco un’altra premessa per specificare che ciò che è accaduto è vero, ma è falso in quanto trascrizione di un fatto vero.

Ieri sera sono andato a bere con qualche amico in un locale storico della mia adolescenza. Un locale brutto e grezzo con clientela brutta e grezza.
Aprendo il menú un mio amico mi propone di chiedere una “birra al tagliere”, mentre ovviamente dovevo chiedere un sidro, l’idea mi piace ma prima che possa ordinare, lo stesso amico mi fa notare terrorizzato che lí servono il “tagliere di birre”, quindi la mia idea sfuma.
Ma non mi dò per vinto, no.
Decido di tentare il tutto per tutto con la concentricità che sempre mi contraddistingue.
Arriva la cameriera ed al mio turno di ordinare dico un semplice: «Io volevo ridere.», rendendomi conto che il cambiamento di programma mi ha confuso le idee riprendo: «Cioè, volevo chiedere per ridere, ma non lo posso fare perché lo fate già» e qui le labbra della cameriera si dischiudono in una smorfia di incomprensione che mi impedisce di continuare a guardare in faccia per non riderle addosso, «una birra al tagliere ma, dato che la fate, per me un sidro grazie». Lei sorride, ridacchia, non ha capito una sola parola tranne sidro. Guarda un altro mio amico che chiede un gin lemon con ghiaccio, al che intervengo io dicendo che può portare anche solo un ghiaccio perché lui è molto focoso. Scappa sorridendo nervosa perché ha capito che al tavolo ci sono persone disturbate.
Siccome il sidro che mi hanno portato fa veramente schifo decido di migliorare la situazione mangiandoci delle patatine fritte, anche per intingerle nel suddetto. Cosí all’amico “focoso” gli dico che secondo me deve chiedere le patatine fritte a quella cameriera in maniera scema, tipo masticando la cannuccia rosa del gin lemon. Si rifiuta. In realtà si rifiuta di fare cose ancora piú sceme che però avrebbero fatto ridere tutti noi e quindi devo intervenire io. Al passaggio della malcapitata la chiamo e le dico indicando il mio amico: «Scusa, lui si vergogna di chiedertelo ma vorrebbe una porzione di patatine fritte, potresti portarcele?», al che lei lo guarda, lui non ha sentito perché c’è molta confusione ma deciso dice: «Sí, patatine fritte». Lei annuisce incerta e dopo un po’ ce le porta ed io faccio al mio amico: «Contento?» e lui «No, non le volevo!» contraddicendo quello che aveva detto prima, gettando nella confusione la disgraziata.
La serata continua cercando di convincere questo ragazzo che avevo detto alla cameriera che gli piaceva molto e che lui aveva risposto «sí patatine fritte», ma la cosa riesce a metà purtroppo.
Per fortuna non sono riuscito a convincere nessuno ad invitare i personaggi piú buffi e ridicoli nel locale a “ballare questo lento”, quando ovviamente non c’erano lenti, perché la cosa sarebbe potuta degenerare in schiaffi, subiti da noi, e cacciate dal locale.
Peccato. Avrei riso molto.

In realtà volevo scrivere anche di altre cose, oltre ai fatti accaduti e non riportabili, di punti interrogativi per esempio, ma questo, come è ovvio che sia, è un esperimento.

Annunci

About ysingrinus

Mi sono accorto che non avevo scritto niente qui e cosí ho deciso di scrivere qualcosa.
Questa voce è stata pubblicata in Riflessioni e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

88 Responses to L’Ysingrinus bevente, o della stupidità nei pub

  1. assistente42 ha detto:

    Hai un sidro offerto da me medesimo alla prima occasione, ma devi dirmi cosa razzo è una birra al tagliere. La versano lì e la lecchi?

    Mi piace

  2. ilmentitore ha detto:

    gin lemon, timido… sei uscito con DB!!!

    Mi piace

  3. avvocatolo ha detto:

    Esperimento riuscitissimo! Posso ordinare ora? Un tagliere di sidro per favore!

    Mi piace

  4. Ma Bohème ha detto:

    :D Bellissimo! :D Continua nell’esperimento, per favore! Avrei voluto essere lì solo per fotografare la cameriera …
    Comunque, volevate ridere come “scemi”? Ma esiste qualcosa di più “scemo” della birra al tagliere o tagliere di birra che dir si voglia? Guarda, per me ora un tagliere di patatine fritte, please, che non mi piacciono nemmeno ma appunto per questo le ordino. :D
    Primula
    p.s. la cosa più interessante dal punto di vista della scrittura è la tua distinzione tra verità del fatto e la sua falsità in quanto narrato. Chapeau!

    Mi piace

    • ysingrinus ha detto:

      Sí, direi che l’unica cosa sensata è quell’appunto sulla realtà e sulla finzione.
      Diversi anni fa ho vissuto un momento bello di scemenza insensata in un baretto vicino al Vaticano, in Piazza del Risorgimento. Un’amica ordina una sambuca, un amico ordina una sambuca e vedendo la bellezza degli ordini ripetuti l’ho ordinata anch’io. Poi a turno è stato chiesta l’aggiunta del ghiaccio che ovviamente ho richiesto anch’io.
      Uscito dal baretto ho dovuto confessare che non mi piaceva la sambuca e che l’avevo presa solo per l’effetto «una sambuca, due sambuche, tre sambuche!».
      Ora però la sambuca mi piace, ma senza ghiaccio.

      Mi piace

  5. kalosf ha detto:

    Niente. Non dico nulla.

    Mi piace

  6. colpoditacco ha detto:

    avrei un’infinità di domande e osservazioni su questo post…

    Mi piace

    • ysingrinus ha detto:

      Prego allora.

      Mi piace

      • colpoditacco ha detto:

        – come sono le patatine inzuppate nel sidro? e perché questa scelta?
        – birra al tagliere (ma già in tanti lo hanno chiesto)
        – se decisamente fastidioso… :D Fossi stata la cameriera ti avrei dato due berci (traduzione: urli in malo modo)
        – Io non ho mai conosciuto nessuno che bevesse sidro, al di fuori dei racconti che leggevo durante le ora di francese a scuola…
        – menu si scrive senza accento :P
        per ora basta… hahaha :D

        Mi piace

        • ysingrinus ha detto:

          – A me piacciono tanto. Anche quelle inzuppate nella birra o nel chinotto. Tra l’altro è l’unico modo che ho per prendere il chinotto. Davvero, sono buone, una volta provate non la si smette piú.
          – Questo temo resterà un mistero irrisolto almeno per qualche settimana!
          – Io mi aspettavo anche uno schiaffo per quanto so vedeva che stessi ridendo di tutto e tutti. Stupore in ogni dove!
          – Io lo bevo abitualmente e l’ho fatto conoscere a molti. È buono quando è buono: dovresti provarlo.
          – Ci sono diverse scuole di pensiero. A me piace accettarlo acutamente :P

          Liked by 1 persona

  7. Chiquita Madame ha detto:

    cosa essere birra al tagliere o tagliere di birra? O_o

    Mi piace

  8. Francesca ha detto:

    Al massimo mi è capitato di chiedere apposta un Black Russian solo per sentirmi rispondere che è un cocktail troppo complicato e che non viene fatto per evitare che qualcuno si senta male nel procedimento o roba del genere. Ecco, tu lo fai per spirito di ricerca, per portare un po’ di irreale in questo mondo reale… io più che altro sono rompiscatole :( ho tanto da imparare, proprio tanto.

    ps. il black russian ha due cavolo di ingredienti, non è mica un B-52 (notoriamente cocktail distruttivo per tutti gli organi interni, di chi lo beve e di chi gli siede accanto)

    Mi piace

  9. E’ un esperimento, è ovvio.
    Ma è ovvio? Ed è un esperimento?

    Il sidro mi manca, ma sto degustando una splendida lattina tiepida all’alluminio. Poca spesa, tanta resa, siamo sugli 8 eurocentesimi al decilitro

    Mi piace

  10. maximwalker ha detto:

    Dev’essere davvero buffo, surreale e divertente uscire con un Faraone.
    Oh, per la cronaca, non hai mia dato l’idea di non avere amici, anzi.
    PS: Sidro? Credo tu sia uno dei pochissimi che ne bevono! Lo assaggiai una volta, ma il mio corpo digerisce male l’alcol in generale. Il giorno dopo stavo malissimo.

    Mi piace

  11. lilasmile ha detto:

    Ordunque che male aveva fatto la poverina?
    Vabbè comunque voi vi siete divertiti! ;)

    Mi piace

  12. tiols ha detto:

    Ahahah, apprezzatissime scene di vita con amici.

    Mi piace

  13. Barbara Ashley ha detto:

    Appena avrai degustato questo fatidico tagliere di birra, fammelo sapere… ora son curiosa di sapere di cosa si tratta…. Ah, per la cronaca, fossi io stata la cameriera, non vi avrei trattato propriamente coi guanti. Un vaffa a fine serata sarebbe scappato… smack ;-)

    Mi piace

  14. ehipenny ha detto:

    Ciao! Se non ti dispiace troppo, saresti tra le mie nomination –> https://ilmondodelleparole.wordpress.com/2015/04/06/liebster-awards-4-0/
    Se hai voglia, puoi partecipare tranquillamente :)

    Mi piace

  15. Pingback: Scoprendo nuove cose facendo vecchie cose a vecchie età nuove | Discussioni concentriche

Fhtagn

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...