Cospirazioni

Come ho scritto altrove, per esempio qui, io bevo molto succo d’ananas, da quando non andavo ancora alle scuole medie inferiori, poi ho scoperto la possibilità di inzuppare il pane nel succo d’ananas e alla fine ho scoperto di poter inzuppare i wafer alla nocciola nel succo d’ananas.

Però ho dei gusti particolari, li ho sempre avuti: sono sensibilissimo alle variazioni del sapore, c’è chi sostiene che io non senta bene i sapori perché non apprezzo i derivati del latte, pur apprezzando il latte, o gli animali acquatici, ma la verità è che riconosco benissimo gli odori ed i sapori ed è per questo che non mangio quelle cose.

I succhi di frutta piú blasonati, cosí come i wafer piú ricercati, non sono in realtà i piú buoni, sono semmai i piú mediocri, che si bevono e mangiano per disperazione, non per gusto. Invece alcuni prodotti di discount o col marchio del supermercato dove li acquisto faccio la spesa, sono il vertice della piramide del gusto dei succhi d’ananas e dei wafer alla nocciola. Questo i produttori di succhi di frutta piú blasonati e dei wafer piú ricercati, lo sanno bene e per questo, essendo io da solo in grado di far superare la crisi alle aziende in crisi per gli acquisti del genere che faccio, cercano di boicottare i prodotti che compro.

Ho cominciato con un succo d’ananas che non esiste piú, il tempo di scoprirlo e di abituarmi ed hanno smesso di produrlo, con il passare del tempo ne ho scoperto un altro, ancora piú buono del precedente, con il sapore che il succo d’ananas deve avere, si parla sempre di succo d’ananas non zuccherato perché quello zuccherato è imbevibile per l’estrema dolcezza, ma giusto il tempo di scoprire quali wafer mangiare assieme e hanno smesso di produrlo. Dopo circa un anno di succhi surrogati scopro che il succo d’ananas che avevano smesso di produrre lo producono con un altro marchio, uguale, solo che la confezione anziché essere di un colore è di un altro. Peccato però che i wafer adatti smettono di produrli porzionati e per qualche oscuro motivo la ricetta per il pacco di wafer grande è differente dalla ricetta per i wafer porzionati, ma con il tempo riesco ad apprezzare quel gusto ed anzi a trovarlo anche piú stuzzicante, anche se di tanto in tanto mi torna la voglia di quel gusto ormai perduto, ma di colpo il succo d’ananas smette di venire comprato dai supermercati o discount dove mi rifornisco: esiste ancora ma o non viene ordinato o non viene spedito nonostante ordinato. Considerato il fatto che lo compro a casse dovrebbe far pensare a chi riempie gli scaffali che quel prodotto si vende molto, invece si trovano sempre succhi “tropical”, che purtroppo con i succhi d’ananas non hanno niente da spartire. La stessa cosa con i wafer, cosí tanti vaniglia e cacao che si potrebbe sfamare l’emisfero boreale solo con i wafer.

Torna l’ananas, spariscono i wafer.

Adesso che vivo dove non vivevo prima, ho cambiato città e regione addirittura, ho riscoperto un succo d’ananas che ha il sapore adatto che si sposa perfettamente con un wafer particolare. Anche qui stessa storia: compro due casse di succo d’ananas e una di wafer, bevo circa un litro di succo d’ananas al giorno tutti i giorni, e quel supermercato smette di vendere prima il succo d’ananas e poi i wafer.

Questo mi ha fatto capire che dietro a questa continua ricerca delle cose che mi piacciono c’è un’organizzazione strutturata capillarmente in tutto il paese, suppongo in tutto il continente, che cerca di eliminare i prodotti che uso io per costringermi a mangiare i prodotti piú pubblicizzati che sanno di vecchio e di cattivo (addirittura nei bar locali mi sono trovato che non c’erano piú succhi d’ananas normali, solo quelli con i pezzi di frutta dentro). Ma io non mi piego, ci sarà sempre un commerciante che non si vuole piegare a questi mostri assassini di gusti e sapori che mi venderà quello che io voglio comprare!

Annunci

About ysingrinus

Mi sono accorto che non avevo scritto niente qui e cosí ho deciso di scrivere qualcosa.
Questa voce è stata pubblicata in Attualità, Riflessioni e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

39 Responses to Cospirazioni

  1. memy84 ha detto:

    Resisti! Devi continuare a boicotta i produttori di succhi e wafer blasonati. Il mondo si cambia con le piccole battaglie. Ok forse sto esagerando, però è ancora bello crederci, no?

    Mi piace

  2. dani ha detto:

    Bravo! Io ho trovato il mio succo d’ananas perfetto 100% frutta, e non hanno ancora smesso di produrlo ;-)
    Fra l’altro, fa bene a così tante cose! I wafer un po’ meno, quindi accoppiata vincente! :-D

    Mi piace

  3. maximwalker ha detto:

    E’ un complotto o una grossa dose di sfiga?
    Comunque fai benissimo a non piegarti, lotta, con le unghie e con i denti!
    Tutti hanno il diritto di inzuppare i wafer giusti in succhi d’ananas giusti.
    (A me non piace nessuna delle due cose , e sei in assoluto la primissima persona che conosco che lo fa. Ed io ho conosciuto gente che inzuppava la banana nel caffè).

    Mi piace

  4. Silvia ha detto:

    Mannaggia ce l’hanno proprio con te!!!!! Che ingiustizia, ma non ti arrendere, cerca bene, di supermercato ce ne sono tanti, vedrai che trovi quello che cerchi! Buona settimana 😊

    Date: Wed, 7 Jan 2015 00:12:34 +0000
    To: silvia-1959@live.it

    Mi piace

  5. kalosf ha detto:

    Gli illuminati, credimi, sono loro… Stanno cercando di distruggere il tuo piacere… Se vuoi saperne di piu devi assolutamente seguire adam kadmon…

    Mi piace

  6. tiZ ha detto:

    mai piegarsi, al massimo torneremo a mangiare radici !!

    Mi piace

  7. domenicomortellaro ha detto:

    E questa tecnicamente si chiama “delirio paranoide con tendenze schizotipiche”… Ma mi hai ricordato la sparizione delle bustine frizzypazzy…

    Mi piace

  8. Gintoki ha detto:

    Mi è successa una cosa simile con altre tipologie di prodotti: il tempo di trovarne uno che apprezzavo, che questo spariva dalla vendita o addirittura mi sentivo dire che avevano smesso di produrlo perché nessuno lo comprava. Il che mi suonava sempre strano, possibile che io abbia gusti che non coincidano col resto dell’umanità? E poi non stiamo parlando di acquistare dei tamburi decorati dell’Anatolia inferiore, che posso capire magari non abbiano un mercato così diffuso, ma di prodotti di consumo alimentare neanche esotici o strani, il che mi ha lasciato pensare appunto che ci fosse una cospirazione dietro, magari troverò più facilmente un tamburo artigianale finemente decorato dell’Anatolia inferiore che il prodotto che mi piaceva, ma se cominciassi a cercare tamburi sparirebbero dalla circolazione anch’essi?

    Mi piace

    • ysingrinus ha detto:

      Sparirebbero se ci fossero dietro degli interessi piú grandi per altri tipi di tamburi. La cosa strana è che in particolare i wafer alla nocciola svaniscono e non vengono piú ordinati, nonostante io ne compri tanti da sfamare tutte le scuole della regione, quindi si vendono, ed i fratelli alla vaniglia o al caco rimangono lí, se finiscono vengono subito riordinati.
      C’è una cospirazione, questo è poco ma sicuro!

      Piace a 1 persona

  9. Una saga in cui lo spirito lotta indomito per il corpo. Troviamo il graal, ed esso ci scompare tra le mani. Riempiamo la coppa e subito è vuota.

    Mi piace

  10. Comunque puciare il wafer nel vino ha un valore elevato sia nella metafora che nel gusto

    Mi piace

  11. Fannes ha detto:

    Non bevo troppi succhi, ma a volte quando finisco il latte in frigo mi piace fare troiai. Tipo i cereali nel succo di melograno.

    Mi piace

  12. ludmillarte ha detto:

    ahhaahah! a me è successo col vino (ogni volta che ne trovo uno come si deve di marca pressoché sconosciuta, dopo un po’ sparisce :( )

    Mi piace

    • ysingrinus ha detto:

      Io ho smesso da anni di comprare il vieno nei supermercati, mi rifornisco sollo nelle cantine! ;)

      Mi piace

      • ludmillarte ha detto:

        qui le cantine son lontane, ma sono anche andata ultimamente da un rivenditore e, su un cartone da sei bottiglie di Morellino di Scansano, la prima aperta sapeva di tappo. l’ho riportata indietro insieme a tutto il cartone, ma mi è stato detto: “figuriamoci che anche le altre sanno di tappo, sarebbe uno sfacelo!”. me ne torno a casetta con lo stesso cartone più una bottiglia nuova. per farla breve non ci tornerò più (su sei bottiglie due erano ottime, due sapevano molto di tappo e due mezzo e mezzo. uno sfacelo appunto!).

        Mi piace

  13. lemniar ha detto:

    Ciao. Bel post! Mi scuserai se ti dico che ti ho immaginato a fare la spesa , carrello con ettolitri di succo d’ananas e chili di wafer alla nocciola e la faccia della commessa appena arrivi!!! Buona serata!

    Mi piace

  14. Pingback: Due rami | Discussioni concentriche

Fhtagn

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.