Ragno

Ho un ragno nell’orecchio, lo sento camminare, le sue zampette leggerissime sono dei colpi di cannone nel cervello. Ogni suo passettino mi fa chiudere gli occhi dal dolore con smorfie che possono sembrare ridicole a chi mi vede. Non posso raggiungerlo con le dita, non ci arrivo e poi mi fa paura, ancora piú paura del ragno stesso: se lo schiacciassi come potrei toglierlo? E se per schiacciarlo mi facessi ancora piú male? Intato quello, il ragno, passeggia, avanti e indietro, su e giú, incurante del dolore che mi procura. Perché poi è entrato nel mio orecchio? Cosa ci ha trovato? Come avrà fatto? Forse si è calato da un albero mentre camminavo, forse si è fatto trasportare da una folata di vento e, trovatosi al riparo, ha deciso di appostarsi lí, ignora il fatto che sono pochi i moscerini che mi entrano nell’orecchio. Almeno sino ad ora, in effetti non mi era neanche mai entrato un ragno nell’orecchio… chissà se filerà una ragnatela nel mio orecchio, chissà che rumore farà quest’operazione, probabilmente dopo mi dovrebbero arrivare i suoni ovattati ed ogni suo zampettio sulla tela dovrebbe risuonare come la corda di un’arpa nel mio cervello. Se da un lato l’idea mi affascina, dall’altro mi terrorizza, chissà se imbozzola e come mangia, magari un giorno potrebbe cercare di espandersi fuori dall’orecchio ed allora potrei prenderli. Però potrebbe anche cercare di espandersi dentro, dopotutto le orecchie sono in qualche modo collegate con la bocca ed il naso e di conseguenza con praticamente tutto il resto del mio corpo. Teoricamente potrebbe andare quasi ovunque, in una settimana, a patto che resista al dolore, potrei ritrovarmelo in qualsiasi posto!

Ho provato a cacciarlo scuotendo la testa, ma se subito sembra essere scomparso, dopo un poco ritorna a zampettare freneticamente, peggiorando molto la situazione, ho anche paura a mettere qualche liquido nell’orecchio, potrei rischiare di farlo scivolare piú giú. Ecco, la paura ed il dolore mi fanno sragionare, o forse no, forse sono lucido, sta di fatto sto cercando un geco perché cacci il ragno nell’orecchio. So che è assurdo, che può sembrare assurdo, ma chi non ha provato un ragno nell’orecchio non sa cosa voglia dire!
Annunci

About ysingrinus

Mi sono accorto che non avevo scritto niente qui e cosí ho deciso di scrivere qualcosa.
Questa voce è stata pubblicata in Arte e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

73 Responses to Ragno

  1. Suzy Meow ha detto:

    Inorridisco solo al pensiero di avere un ragno addosso, figurati dentro l’orecchio :\ spero che il geco lo mandi via al più presto!

    Mi piace

  2. Silvia ha detto:

    Concordo con Suzy…..che schifo!!!!! :(

    Mi piace

  3. rideafa. ha detto:

    stavo pensando a quale metafora potesse essere, nel caso.

    Mi piace

  4. assistente42 ha detto:

    Non sottovalutare il problema. Chiedi un consulto medico.

    Mi piace

  5. mk369 ha detto:

    baudelaire- spleen. per un periodo in camera avevo un gatto (nero), formiche (…), mosche e finalmente arrivo’ un geco. pensavo che qualcosa sarebbe dovuta succedere, tipo il gatto che mangiava il geco, il geco le formiche, le formiche me, ma niente.
    alla fine ce ne andammo tutti da quella stanza, prendendo ognuno strade diverse, e il primo ad andarsene fu proprio il geco.

    Mi piace

  6. mk369 ha detto:

    piu che altro mi interessava sapere,, ci avevo preso con baudelaire per quanto riguarda la metafora del ragno?

    Mi piace

  7. mk369 ha detto:

    si infatti,,,anche io a scrivere di cose che mi piacciono mi vergogno vagamente. comunque dovresti leggerla se non l’hai letta (mo te la linko)
    e a mio avviso per lui quei ragni rappresentavano la DEPRESSIONE.

    guarda che bella paginetta con sfondo kitsch ti ho trovato tra l’altro

    http://balbruno.altervista.org/index-795.html

    Mi piace

    • ysingrinus ha detto:

      Sí l’avevo letta l’anno scorso, anno in cui ho letto I fiori del male (forse sono passati due anni ma non credo). Dici che i ragni rappresentano la depressione che blocca in maniera disgustosa il cervello? Potrebbe essere…
      Lo sfondo è kitsch forte!

      Mi piace

  8. Pingback: Il ragno di Zeus | Discussioni concentriche

  9. Tati ha detto:

    Occhei…. L’ho letto…. E adesso muoio di paura… Perché è una sensazione che conosco….bbbrrrrrr

    Mi piace

  10. alessialia ha detto:

    Whisky il ragnetto sale la grondaia sale la grondaia sale sale suuuu… Scende la pioggia bagna la grondaia whisky il ragnetto cade cade giù! Pensa ad avere dumbetto nell’orecchi invece!

    Mi piace

Fhtagn

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...